Il Destino dell’Avvoltoio, il nuovo “noir” di Giorgio Ballario. Imperdibile

mercoledì 27 Giugno 11:29 - di

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l’articolo di Marco Valle apparso su Destra.it:

Una città spettrale, cattiva. Una vita alla deriva. Due solitudini. Un breve chiarore (una sorta d’amore…) e poi un’opportunità sbagliata, sbagliatissima che si trasforma in una caccia crudele. È la Torino dell’avvocato Fabio Montrucchio, un grande avvenire buttato nel cesso e un presente deludente fatto di piccole truffe, tanto alcool e pochi soldi. Da qui si dipana la trama del nuovo libro di Giorgio Ballario, “Il destino dell’Avvoltoio”, un noir stringente e amaro che ti cattura sin dalla prima pagina. Nulla (o quasi) è come sembra o come dovrebbe essere. Montrucchio — detto l’”Avvoltoio” per il suo mesto campare d’espedienti — è un personaggio border line, disincantato e vinto. Potrebbe lasciarsi schiacciare dagli eventi eppure, sorprendendo i pochi amici e i tanti nemici, reagisce, combatte. Una scintilla che arde e incendia la prateria metropolitana.
Sullo sfondo una brutta storia di cosche calabresi, la ‘ndrangheta che divora i suoi stessi figli mentre impianta gli artigli nel profondo Nord. Con la complicità di legali rampanti e blasonati magistrati. Tutt’attorno un “mondo di mezzo” versione calabro-sabauda: usurai, prostitute, spacciatori, guardaspalle, rigattieri, “strani” imprenditori.
Ballario, con scrittura sicura e profonda conoscenza degli ambienti — Giorgio oltre ad essere uno dei grandi del “giallo” italiano è ottimo giornalista di “nera” —, srotola la sua storia punteggiandola di colpi di scena, di sorprese. Sino alla conclusione, alla resa dei conti. Un atto finale senza prigionieri e senza pietà. L’”Avvoltoio” ha una sua nobiltà, vola alto. Sa bene, come insegna il “Gilles” di Drieu La Rochelle, che “bisogna morire incessantemente per rinascere incessantemente…. “.

Giorgio Ballario

IL DESTINO DELL’AVVOLTOIO

Edizioni del Capricorno, 2018

Ppgg. 205, euro 8.90

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *