Fratelli d’Italia contro Fico: “Chieda scusa agli italiani per il pugno comunista”

domenica 3 Giugno 17:44 - di

Provocazioni studiate a tavolino, ora ne sono consapevoli un po’ tutti, perfino chi aveva “difeso” l’atteggiamento di Roberto Fico che era stato sorpreso ad ascoltare l’Inno di Mameli con le mani in tasca. Stavolta il presidente della Camera, finito nella polemiche per il “pugno chiuso” comunista mostrato alle tribune durante la sfilata del 2 Giugno sui Fori Imperiali, deve chiedere scusa a tutti gli italiani e non può cavarsela con la scusa dell’equivoco. Lo afferma il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera Fabio Rampelli, con un duro post su Fb: “Dalle mani in tasca sulle note dell’inno di Mameli nell’anniversario della morte di Giovanni Falcone, al pugno chiuso di oggi, nel giorno della Festa dell’Italia. Presidente Fico, la Repubblica è di tutti i cittadini, non dei gruppettari che ha frequentato finora, la Camera dei Deputati che presiede senza merito è il tempio della sovranità popolare e non la sede del Partito comunista. Né Nilde Iotti né Bertinotti e nemmeno Napolitano, molto più comunisti di lei, si sono mai permessi di ascoltare l’inno di Mameli con disonore o di alzare il pugno chiuso davanti alle Forze armate nazionali. CHIEDA SCUSA AGLI ITALIANI”, conclude Rampelli nel post in cui mostra Fico con mani in tasca e pugno chiuso, incassando centinaia di like e tanti pareri indignati sulle provocazioni della terza carica dello Stato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 4 Giugno 2018

    Ma come cavolo succede che se c’e’ in giro un poco di buono, o comunista, o semplicemente str…..o ce lo ritroviamo sempre nei punti chiave del governo ? Hanno per caso una calamita in tasca ?

  • Pino1° 4 Giugno 2018

    L’anno scorso, volto scuro, la boldrina girava la testa dall’altra parte mentre passava la Folgore. Asseriva di voler smilitarizzare le forze armate.. i compagnoni fanno sempre scelte di razza, la loro, razza bastarda, non sanno mai dove gli conviene di più stare, basta ciucciare capezzoli altrui. Femmine come ministro delle FFAA (e non ditemi che Corsetto non sarebbe un ministro rappresentativo ) anche se hanno dentro ‘il seme giusto’, non sono credibili agli occhi nazionali e sopratutto esteri ! Non è una faccenda riguardante il genere femminile o maschile, fra i maschi abbiamo visto schiene curve e facce del genere -‘sono un angelo alfin buffone e mi vesto da marmittone ma resto un gran cogli°°°’- . Penso che gli stati maggiori dovrebbero consigliare uno standard almeno minimo per le necessita’ del paese, uomini o donne che siano!
    Il Presidente fa il fico con mani in tasca e pugno chiuso ? Ricordo che una capanna viaggiante per milano ai tempi del terrorismo rosso inneggiava alla P38 con un bambino ed è andato a fare il docente universitario… queste sono le deformazioni che solo PolPot sapeva adeguatamente redimere. Con campi studio-lavoro-redenzione ! Da buon comunista PolPot aveva studiato il genere ora et labora.
    Li abbiamo digeriti tutti ma ci mancano gli strumenti di correzione idonei, il ritorno del servizio di leva
    sarebbe un gran rimedio !

  • Ferdinando 4 Giugno 2018

    Mani in tasca hanno un significato solo, maleducazione e ignoranza

  • Ferdinando 4 Giugno 2018

    Mani in tasca significano ignoranza e maleducazione

  • sergi 4 Giugno 2018

    Queste sono cassate, mani in tasca o pugno chiuso, guardate le cose più concrete, i politici di ieri hanno rovinato l’italia, allora come la mettiamo!

  • 4 Giugno 2018

    Rampelli….pensate a come avete distrutto un partito che aveva oltre il 20 % di consensi riducendolo a poco più del 3%….non raccontare a noi le storie del pugno chiuso e delle mani in tasca, tutti conoscono il miracolato fico e la sua storia quindi non ce ne facciamo meraviglia, del resto lo avete messo voi del centro destra nel posto in cui sta, mica noi…..

  • Carpino Vince 4 Giugno 2018

    Fate poche chichiere e pensate a fare utile a questa pobera italia devastata dalla ccattiva politica e la burocrazia.
    Chi se ne frega delle mani in tasca o il pugno che puo’significare tante cose diverse.

  • Marcello 3 Giugno 2018

    Mani in tasca o pugno chiuso? La sua posizione più corretta e più consona dovrebbe essere in ginocchio e a mani giunte… per grazia ricevuta.