Amministrative: vince il centrodestra, frena il M5S. A Roma umiliata la Raggi

11 Giu 2018 9:36 - di Giorgio Sigona

Avanza il centrodestra, il M5S barcolla, il Pd frena il crollo. È il quadro politico che emerge dalle amministrative, primo test elettorale dopo la formazione del nuovo governo giallo-verde. Alle urne sono stati chiamati 761 Comuni, tra i quali 20 capoluoghi di provincia. L’affluenza è stata del 61,19 per cento. Il turno di ballottaggio è previsto domenica 24 giugno.

Brescia si afferma il centrosinistra con il sindaco uscente Emilio Delbonomentre il centrodestra ottiene grandi risultati a Treviso e Vicenza con Mario Conte e Francesco Rucco. Anche a Barletta, a volare + il candidato di centrodestra Cosimo Damiano Cannito. A Catania il sindaco uscente di centrosinistra Enzo Bianco è stato nettamente sconfitto dello sfidante di centrodestra Salvatore Domenico Pogliese. Il centrodestra è avanti anche a SondrioTeramo e Viterbo. A Imperia è in vantaggio l’ex ministro Claudio Scajola, sostenuto da una serie di liste civiche, che dovrà vedersela al ballottaggio con Luca Lanteri, candidato del centrodestra. In Toscana il centrosinistra è avanti, ma di poco, a Siena e a Massa. A Pisa è invece testa a testa con il centrodestra. Va meglio ad Ancona, dove è in netto vantaggio.

Ivrea sarà ballottaggio. Maurizio Perinetti sostenuto da Pd, Moderati, Ivrea + bella, Sinistra-Libera sinistra per Ivrea ha ottenuto il 35,79% dei consensi mentre Stefano  Sertoli appoggiato da Lega, Insieme per Ivrea, Forza Italia-Civica e Cambiamo insieme ha conquistato il 30,74% dei voti. Solo quarto, invece, il candidato sindaco di M5S, Massimo Fresc con il 13,54% dei voti.

Messina c’è finora una sola certezza: che al ballottaggio andrà il candidato del centrodestra, Dino Bramanti, che ha ottenuto finora il 25,9% dei voti, mentre è ancora incerta la sorte dello sfidante. A contendersi la sfida sono Cateno De Luca (19,9%), il deputato regionale siciliano arrestato subito dopo l’elezione e poi scarcerato, e il candidato del centrosinistra Antonino Saitta (19,2%), ex prorettore dell’università di Messina. Il sindaco uscente Renato Accorinti è arrivato quarto con il 16 per cento.

Sconfitta del Movimento 5 stelle a Roma dove si votava in due municipi. Nel III, a spoglio ormai concluso, il candidato di centrosinistra Giovanni Caudo è avanti con il 42,06% sul candidato di centrodestra Francesco Maria Bova al 33,81%. Sarà ballottaggio, ma il Movimento 5 stelle resta fuori dalla sfida con la candidata Roberta Capoccioni che si è fermata però al 19,18%. Amedeo Ciaccheri, candidato con una coalizione civica di centrosinistra, è il nuovo presidente nel Municipio VIII al primo turno. Il candidato di centrodestra Simone Foglio (Lega Salvini Lazio, lista civica per Simone Foglio presidente, Fi e Giorgia Meloni Fratelli d’Italia) ha ottenuto il 25,33%. Il candidato del M5s Enrico Lupardini si è fermato all’13,11%.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Giuseppe Forconi 11 Giugno 2018

    Finalmente i romani si stanno svegliando, quindi presto la grillina dovra’ lasciare la poltrona.