Sondaggio ammazza-Di Maio: la Lega si “mangia” il M5S, centrodestra al 40%

29 Mag 2018 10:40 - di Redazione

La Lega è a un passo dal Movimento Cinque Stelle. L’ultimo sondaggio, della Swg, reso noto ieri da Enrico Mentana nel corso della trasmissione “Bersaglio mobile” sulla Sette, nella settimana dello scontro politico con il Quirinale il partito di Matteo Salvini aumenta di altri 3 punti portandosi a due punti dai grillini, che in pochi giorni calano dello 1,6 per cento. Così ora il M5s è al 29,5  mentre il Carroccio è al 27,5. La Lega recupera un po’ di consenso all’interno del centrodestra, togliendo qualcosa a Forza Italia e a Fratelli d’Italia, ma nel complesso il centrodestra già adesso è oltre il 40% dei consensi e con questa situazione, fotografata dal sondaggio della Swg, alle prossime elezioni potrebbe andare al governo del Paese con una solida maggioranza. Il centrosinistra è fermo, invece, al 23% ma il Pd guadagna un po’ di voti proprio al M5S, che glieli aveva “mangiati” alle ultime Politiche.

Nel centrodestra c’è già chi immagina un futuro roseo di ricomposizione dell’alleanza: «Dobbiamo tornare al voto il prima possibile ma a condizione di aver messo in sicurezza i risparmi degli italiani e con una nuova legge elettorale che consenta al Paese di essere governato. Alle elezioni quindi dobbiamo arrivarci solo dopo aver sterilizzato le clausole di salvaguardia per evitare l’aumento dell’Iva e la legge di bilancio», ha detto la capogruppo di Forza Italia alla Camera, Mariastella Gelmini, in un’intervista a ”Il Sole 24 Ore”.  La Gelmini giura sulla lealtà elettorale di Fi rispetto all’alleanza di centrodestra e sull’unità della coalizione: «Vorremmo una parola di chiarezza da Salvini. Che finora non c’è stata. Per noi non ci sono dubbi».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Sergio 30 Maggio 2018

    Se la nuova legge elettorale premierà solo il partito maggioritario, secondo voi ci sarà la possibilità di fare del Centro Destra un partito unico: e chi lo guiderà. Sarebbe la soluzione migliore, il ritorno al bipolarismo renderebbe, politicamente, la vita più facile agli elettori. Completamente frastornati dopo gli ultimi avvenimenti.e saremmo più credibili a tutti gli Stati europe.i

  • giulio 30 Maggio 2018

    perché la bulletta Meloni va in soccorso di M5S?

    • Silvio Fontanini 30 Maggio 2018

      Non è una ” bulletta”. E’ sempre stata la migliore nel centrodestra. Anche se io voto Lega.

  • Giovanni 30 Maggio 2018

    Io ho sempre pensato ad una DESTRA ITALIANA forte e UNITA, coinvolgendo tutte le forze di DESTRA, dalla piu’ moderata alla piu’ estrema. Solo cosi la DESTRA in Italia potra’ governare senza problemi di numeri e maggioranze…..!!!!!……

    • maurizio 31 Maggio 2018

      condivido al 100%

  • Giusepoe 30 Maggio 2018

    Be io votero’ il Centro Destra quando Lega e Fratelli d’Italia faranno coalizione escludendo chi ha dato man forte al Pd

  • Mario Salvatore MANCA di VILLAHERMOSA 30 Maggio 2018

    Giovanni non ha capito nulla. Forza Italia (e il PPE) NON SONO AFFATTO CATTO-COMUNISTI! Basta con le etichettature forzate!
    Mario Salvatore Manca

  • Francesco 29 Maggio 2018

    Forza Matteo. Adesso è arrivato il momento di essere uniti e dimostrare a tutti che gli Italiani non si fanno imporre alcunchè da nessuno.

  • Giovanni 29 Maggio 2018

    Vorrei veder nascere un Front National anche in Italia, con Salvini, Meloni e chi ci vuol stare. No ad accordi con PPE (Forza Italia) e PSE (PD). I catto-comunisti hanno già fatto abbastanza danni all’Italia.

  • SUGERITI DA TABOOLA