Si fingevano poliziotti, ma fuggivano su una Fiat 600: presi rapinatori seriali

5 Mag 2018 12:42 - di Redazione

Bloccavano i passanti fingendosi appartenenti alle Forze dell’Ordine e poi li rapinavano, costringendoli a consegnare loro soldi e cellulari. Almeno tre i colpi messi a segno con questo modus operandi. I rapinatori però sono stati incastrati dall’auto che utilizzavano per i colpi e che non poteva passare inosservata: una vecchia Fiat 600 di colore celeste.

Gli agenti del commissariato Romanina, nella Capitale, hanno seguito la macchina e sono arrivati a una famiglia della zona. Proprio facendo l’accertamento in una delle ville della famiglia gli agenti hanno individuato uno dei possibili rapinatori, C.A., di 36 anni; l’uomo, vedendo i poliziotti, ha provato a fuggire. Gli investigatori lo hanno bloccato e portato in commissariato. Davanti agli uffici di polizia, poco dopo, si sono riuniti i familiari dell’uomo per chiedere la liberazione del parente.

È stato proprio tra questa folla che i poliziotti, grazie alle precise descrizioni delle vittime, hanno individuato l’altro rapinatore, in questo caso minorenne. I successivi accertamenti hanno poi confermato i sospetti degli investigatori e il 36enne ha consegnato spontaneamente lo smartphone provento di una delle rapine. I 2 sono stati fermati: il maggiorenne è stato accompagnato a Regina Coeli mentre il minorenne è stato consegnato agli operatori di via Virginia Agnelli.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA