Roma, immigrato si masturba e palpeggia una ragazza sull’autobus

5 Mag 2018 10:48 - di Milena De Sanctis

È dovuta ricorrere alle cure del pronto soccorso la giovane che, su un bus di linea a Roma, ha subito un’aggressione a sfondo sessuale da parte di un 34enne immigrato marocchino poi arrestato dalla polizia. La segnalazione, fatta dall’autista dell’Atac, è giunta al 112 poco dopo le nove di mattina: «Un uomo, mentre si masturba, aggredisce una ragazza», questa la nota raccolta dagli agenti del commissariato Ponte Milvio diretto da Rossella Matarazzo. Due auto della polizia hanno raggiunto l’autobus trovando la ragazza che, in lacrime, non riusciva a smettere di tremare, e nascosto tra i passeggeri F.M., indicato da tutti come l’aggressore. I poliziotti, dopo aver messo in sicurezza gli altri cittadini, hanno avvicinato il marocchino che, per tutta risposta si è scagliato contro di loro colpendoli con vari calci.

L’immigrato si masturba poi aggredisce i poliziotti

Bloccato l’uomo, i poliziotti hanno ricostruito i fatti raccogliendo varie testimonianze e la denuncia della vittima. Quando l’autobus è partito da piazza Mancini F.M. era già a bordo e dormiva su un sedile, durante il tragitto si è svegliato ed ha iniziato a toccarsi le parti intime, poi, quando si è accorto della presenza della giovane vittima, si è alzato, si è seduto accanto a lei e, sempre continuando a masturbarsi, ha messo l’altra mano sulla coscia della ragazza stringendola forte. La vittima è fuggita verso il centro della vettura ed è stata subito aiutata dall’autista e dagli altri passeggeri. In ospedale sono finiti i poliziotti e la giovane vittima: ne avranno rispettivamente per 7 e 5 giorni. Dopo le procedure per l’identificazione F.M. , risultato senza fissa dimora, è stato portato a Regina Coeli a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA