«Razzisti», bufera su Vogue per la foto di Gigi Hadid con la pelle scura

venerdì 4 Maggio 10:47 - di

I capelli neri, la pelle ambrata. «Neanche sembra lei» tuonano su Instagram. E’ bufera sulla nuova cover di Vogue Italia che per il numero di maggio mette in copertina un’irriconoscibile Gigi Hadid in posa per l’obiettivo di Steven Klein. A inorridire i fan non è solo il colore dei capelli della modella (solitamente bionda), ma soprattutto quello della pelle, più scuro rispetto a quello naturale della supertop. Troppo secondo gli utenti, che sui social esprimono il loro disappunto verso questa scelta: c’è  chi ironizzando su un uso eccessivo di Photoshop o di autoabbronzante e chi invece parla in toni molto più duri di “blackface”: si tratta di uno stile di makeup teatrale nato negli Stati Uniti nel XIX secolo, utilizzato dagli attori bianchi per rappresentare in maniera caricaturale le persone di colore e, proprio per questo movito, abolito.

«Non ce l’ho con Gigi – scrive un utente – ma con la rivista perché hanno ingaggiato una modella bianca quando avrebbero potuto benissimo chiamarne una di colore». «Che delusione, Vogue Italia – commenta un follower sulla pagina della rivista – non riesco a crederci, è offensivo!. E’ uno scherzo vero? Non avevate una modella nera per scattare il servizio? Pessimo lavoro, razzisti!», tuona un altro. «La colpa non è di Gigi Hadid – osserva un utente – lei non ha niente a che fare con il concept. Forse hanno provato a farla sembrare una donna italiana ma il modo in cui appare è semplicemente disgustoso. Avrebbero potuto arruolare una modella italiana”.

 C’è chi accusa la rivista di aver esagerato con Photoshop. Chi è convinto, invece, che abbiano riempito Gigi di autoabbronzante per farla sembrare una modella di colore. La sostanza non cambia: la polemica non sembra placarsi.«Ma perché le avete cambiato il colore della pelle? – protestano tanti fan della top model -. Non sembra neanche lei!». Nella valanga di critiche c’è poi chi prende le parti del magazine, facendo notare che una modella, per esigenze professionali, deve essere in grado di sapersi trasformare sul set. «Guardate che una modella non deve per forza sembrare se stessa»,  scrivono in molti. «Perché la gente sembra così sconvolta? – osserva un utente – E’ il lavoro di modella che richiede la capacità di apparire sempre diversa e adattarsi alle tendenze. E’ il suo lavoro, non vedo dove sia il problema».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *