Raid Usa contro le forze regolari siriane. E Onu e Nato tacciono…

24 Mag 2018 13:53 - di Redazione

I media ufficiali siriani e il movimento sciita libanese Hezbollah, che ha dispiegato la sua milizia in Siria al fianco delle forze di Bashar al-Assad, hanno denunciato un raid della coalizione a guida Usa contro obiettivi dell’esercito regolare di Damasco nel deserto siriano. Sinora non ci sono però conferme da parte della coalizione a guida Usa. Secondo quanto denunciato dagli Hezbollah, nella notte sarebbero state colpite postazioni siriane nei pressi di un impianto petrolifero, noto con la sigla T2, non lontano dal confine con l’Iraq, a ovest del fiume Eufrate. Stando a una fonte siriana vicina al governo di Damasco citata dall’agenzia di stampa Dpa sarebbero stati colpiti obiettivi dei Guardiani della Rivoluzione e dei loro alleati. L’agenzia di stampa ufficiale siriana Sana ha riferito di raid aerei contro postazioni militari siriane tra la frontiera con l’Iraq e il deserto siriano, precisando che le operazioni hanno provocato danni materiali senza fare vittime. “Alcuni dei nostri siti militari tra Abu Kamal e Hmeimeh (nella provincia di Deir Ezzor) – ha scritto la Sana – sono stati colpiti da un’aggressione dei jet della coalizione Usa”. E sarebbero “almeno 12” i combattenti delle forze regolari del leader siriano Assad rimasti uccisi nel raid attribuito alla coalizione a guida Usa che nelle ultime ore avrebbe colpito obiettivi militari in Siria. Lo riferisce sul suo sito web il discusso Osservatorio siriano per i diritti umani, ong con sede in Gran Bretagna legata agli attivisti delle opposizioni. L’Osservatorio aggiunge che ci sono diversi feriti. I militanti non precisano la nazionalità dei combattenti uccisi, ma affermano che non si tratta di siriani. L’Osservatorio cita “fonti attendibili” riguardo l’operazione nel deserto siriano, nella provincia di Deir Ezzor, già denunciata dall’agenzia di stampa ufficiale siriana Sana e dagli Hezbollah, il movimento sciita libanese che ha dispiegato i suoi miliziani in Siria al fianco delle forze di Assad. La Sana non ha dato però notizia di vittime nei raid, che non sono stati sinora confermati dalla coalizione a guida Usa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • franco. 25 Maggio 2018

    Ebbasta co’ sta Nato. Calci in culo ai stelle e strisce di tutte le bandiere.

  • SUGERITI DA TABOOLA