Quarto campo nomadi a Roma Est, la furia dei residenti contro la Raggi

7 Mag 2018 13:10 - di Giorgio Sigona

Solo promesse, la Raggi sotto accusa. Spunta il quarto campo rom nella zona di Roma Est. Non bastavano quelli di via Salviati a Tor Sapienza, Gordiani e Salone. Ora ne è nato un altro sulla Palmiro Togliatti, all’incrocio con la Collatina Vecchia. Non autorizzato, ma sorto senza che nessuno muovesse un dito. Residenti infuriati, come riporta il Messaggero. E parte la protesta: «Siamo stanchi di vivere sotto le nuvole nere cariche di diossina e nell’insicurezza», afferma chi abita nei quartieri “preda” dei nomadi. Quartieri che riguardano anche aree come quelle di Castelverde e Villaggio Prenestino, che soffrono pure la presenza dei centri di accoglienza. Il Campidoglio e i Municipi non possono non essersene accorti, perché la baraccopoli è ben visibile e via Togliatti è una delle arterie di grande percorrenza. A meno di 800 metri c’è il campo di Tor Sapienza, noto per i roghi. «Siamo esausti, nessuno ci ascolta», dice Roberto Torre, del comitato di quartiere, al Messaggero. Non c’è alcuna traccia del famoso piano di controllo dei campi promesso dalle istituzioni. Bisogna aggiungere che poco distante ci sono il campo di via Gordiani, che conta 265 persone, e il campo di Salone, che conta oltre 900 nomadi. I residenti di Case Rosse stanno addirittura organizzando ronde la notte. Quelli di Tor Sapienza sono demoralizzati, «la sera non usciamo perché ci sono stati troppi furti nelle case», ci ha detto F.S., che abita a ridosso della piazza centrale del quartiere. E la Raggi? «Non ha fatto niente, solo parole», ci dice invece G.S, anche lui residente in zona. E i fatti lo provano: del piano di superamento dei campi rom – sbandierato dalla sindaca come una grande svolta – non se ne sente parlare da tempo immemorabile. E la situazione è peggiorata.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • mauro 9 Maggio 2018

    QUESTA SIGNORA, CHE HA SCOPERTO LA VITA DI LUSSO…….E’ COME LA SINDACA DI TORINO APPENDINO (L’APPENDEREI AD UN ALBERO) PENSANO SOLTANTO AI ROM E AGLI ISLAMICI. QUESTE SONO LE 5 STELLE MARCE. SONO LE GRILLINE ANTI ITALIANI/E. SONO PEGGIO DEI COMUNISTI. BISOGNEREBBE SCENDERE IN PIAZZA MA IN TANTI PER CACCIARLE VIA. FREGNONI CHI LI HA VOTATE. E QUESTI VORREBBERO ANDARE AL GOVERNO? NON LI VOTIAMO PIU’. PERO’ LE BUCHE, LE SCUOLE, I BUS CHE PRENDONO FUOCO, CHE SI ROMPONO CHE DUE SU TRE NON POTREBBERO CIRCOLARE. E’ LEI A COSA PENSA? AI ROM. ……..

  • Mikael Bolshitkov 7 Maggio 2018

    My God I have not seen such filth in my life!!! What is wrong with you Italians???have you lost your minds???your country survives on tourism and you let the eternal city become a dumb

  • Antonio plz. 7 Maggio 2018

    I nomadi servono per coprire le magagne del sistema burocratico italiano e del signoraggio dell’euro/dollaro massonico deviato.

  • PIERO 7 Maggio 2018

    che vi devo dire l’Italia e’ un paese stano, abbiamo tanta della nostra m**** e vogliamo quella degli altri i rom, in canada non esistono,, cosa fanno per vivere?? rubano, fuori dai c****** ci abbastano in n nostri ladri di governo o no ??

  • Gio 7 Maggio 2018

    altre tasse per mantenere questi parassiti delinquenti ? Ma davvero si vuole scatenare la guerra civile ? Perche prima o poi la gente si stancherà davvero di questo andazzo…

  • giancarlo cremonini 7 Maggio 2018

    Ritornare a fare le fotocopie

  • SUGERITI DA TABOOLA