Pompeo: con Kim possiamo cambiare la storia, ma no ai compromessi

3 Mag 2018 19:03 - di Redazione

“In questo momento, abbiamo un’opportunità senza precedenti di cambiare il corso della storia nella penisola coreana”. Lo ha detto Mike Pompeo subito dopo aver giurato come nuovo segretario di Stato Usa. “Siamo alle fase iniziali del lavoro e gli esiti sono certamente ancora ignoti”, ha poi aggiunto avvisando del fatto che gli Stati Uniti, in vista dell’atteso vertice tra Donald Trump e Kim Jong-un, non accetteranno un accordo al ribasso. Gli Stati Uniti – ha aggiunto Pompeo parlando alla cerimonia al dipartimento di Stato – non accetteranno nessun accordo che non preveda “il permanente, verificabile, irreversibile smantellamento del programma di armi di distruzione di massa della Corea del Nord” e che imponga che “questo venga fatto senza ritardi”. L’ex deputato repubblicano, nominato lo scorso anno da Trump direttore della Cia prima di chiamarlo a sostituire il licenziato Rex Tillerson al dipartimento di Stato, si è detto ansioso di mettersi subito al lavoro: “Il popolo americano conta su di noi per fare la cosa giusta”. Pompeo non ha poi mancato di lodare i progressi in politica estera ottenuti dal presidente Trump “parlando con franchezza delle sfide che abbiamo di fronte”. E tra questi ha citato le operazioni contro lo Stato Islamico in Iraq e Siria, l’imposizione di “reali conseguenze” alla Russia per i suoi atti di aggressione e la richiesta di reciprocità nei rapporti commerciali con la Cina. Donald Trump ha partecipato alla cerimonia oggi al dipartimento di Stato a ribadire il suo pieno sostegno e sintonia con Pompeo. “Non abbiamo dubbi sul fatto che renderai l’America orgogliosa del capo della sua diplomazia – ha detto parlando di fronte al vice presidente Mike Pence ed ad una decina di membri dell’amministrazione che hanno partecipato alla cerimonia – sei un tipo eccezionale, un grande amico, una persona che veramente ama il nostro Paese”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Mikael Bolshitkov 4 Maggio 2018

    The truth!!

  • SUGERITI DA TABOOLA