Poliziotto col tricolore contesta lo stop al governo Lega-M5S. E finisce nei guai (video)

29 Mag 2018 11:42 - di Redazione

«Porto il Tricolore sulle spalle con orgoglio però sto vedendo che chi dovrebbe dare l’esempio di sovranità italiana non lo sta dando. Come ha detto qualcuno purtroppo a malincuore mi sto accorgendo che sta decadendo la sovranità del popolo italiano». Giovanni Piero Circonciso, in servizio al commissariato Centrale a Catania, su Fb ha postato un video nel quale si mostrava indignato per la decisione di Mattarella di non accettare la proposta di Savona come ministro e quindi di affondare l’ipotesi di governo M5S-Lega, con la motivazione dei “mercati” allarmati. «Io, per quanto riguarda il mio umilissimo pensiero, non ci sto. Sicuramente sono una piccola fetta di un’istituzione dello Stato, però protesto perché mi sento di rappresentare ancora gli italiani», scrive sul video diventato viralema che è stato acquisito dalla questura di Catania che sta valutando se esistano ipoteso di reato a carico dell’agente. La speranza è che sia ancora possibile, anche per un agente, esprimere in maniera corretta il proprio pensiero…

Il video

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Pino1° 29 Maggio 2018

    Sono ‘costretti’ a dare scorta su ordine dell’apparato ministeriale. Non possono fare altrimenti.
    Come i giudici ed i preti pretendono di mettere bocca su tutto, non vedo limiti da porre a carico di chi, a differenza degli scortati, rischia la sua vita con la sua famiglia per difenderli e certamente non per le laute remunerazioni, molto più tasse di un idraulico. Trovo che l’Agente della Polizia del mio Stato che ‘protesta’ in modo civilissimo sentendosi uomo dello stato, che difende alla sua maniera i cittadini, richiamando il rispetto della sovranità ed indipendenza di quel popolo che serve, sia un serio esempio dell’altissima qualità umana che gli uomini e le donne dei servizi alla sicurezza sociale dei cittadini, siano essi P.S. – C.C. – GdF – Municipale’ e tanti altri ancora dimostrano sempre quando sono in mezzo a noi, che siano in divisa o fuori servizio, hanno dimostrato di essere sempre presenti, GRAZIE di esserci, di sopportare le offese delle maestre, dei centri sociali, le bottigliate molotof, le sassate, le biglie con le fionde, di essere accerchiati e malmenati per il semplice fatto che siete li a difendere la sicurezza di vecchi, giovani, e nonostante tutto non avere mai fatto una carneficina con una raffica di mitra. Io temo che in alcune occasioni viste da presso lo avrei fatto! Voi tutti Siete la Vera Società Civile !!

  • GIORGIO 29 Maggio 2018

    abbiamo ancora persone con le palle

  • Giovanni 29 Maggio 2018

    massima solidarietà agli agenti di polizia con un consiglio : rifiutate di fare la scorta a politici e giudici anti-italiani e pro-immigrati e pro-delinquenti

  • SUGERITI DA TABOOLA