Martina va in cerca di brutte figure: «Andremo in piazza con la Costituzione in mano»

28 Mag 2018 20:25 - di Ernesto Ciecaquaglia

Il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, promette sfracelli, ma corre il rischio di rimediare brutte figure in piazza. «Già in queste ore in diversi centri, tra cui Torino, tanti cittadini stanno manifestando la loro indignazione per ciò che Lega e Cinque Stelle hanno fatto e stanno facendo. Per la loro pericolosa propaganda ai danni degli italiani. Per avere mentito sui reali obiettivi della loro iniziativa in questi ultimi 84 giorni. Per avere messo a rischio un Paese intero. Perché cittadini, famiglie, imprese e lavoratori non si difendono scassando la democrazia italiana». Martina annuncia anche  la “mobilitazione” del Pd:  «Perché l’Euro e l’Europa sono il nostro vero scudo, la nostra reale sovranità. Andremo in piazza con la Costituzione in mano. Perché nessuno può pensare che ci sia futuro senza il rispetto della nostra Carta fondamentale». Il povero Martina rischia di ritrovarsi in piazza solo con pochi intimi amici.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Lucamalagu 5 Giugno 2018

    La costituzione era adatta ad uno stato uscito da una guerra ora è fuori dal tempo non mette limiti alle imposte consente l esproprio delle proprietà per fini sociali ammette le nazionalizzazioni contiene principii come una fsarmonica scatola vuota riempibile di qualsiasi contenuto!

  • Franco 30 Maggio 2018

    Andate in piazza con la costituzione in mano, ma se l’altro ieri volevate cambiarla. Martina, state cavalcando un’onda che si sta sfracellando sugli scogli.

  • marco 29 Maggio 2018

    gli infami vanno in piazza con mimì,cocò e,maniche d’incenso

  • lacosapubblica 29 Maggio 2018

    Roba da pazzi, il PD morto che si riammazza da solo, incredibile… era tanto semplice, bastava che Martina dicesse: “Noi del partito democratico, sebbene in disaccordo con M5S e Lega, in quanto DEMOCRATICI, condanniamo il comportamento del Presidente della Repubblica in difesa di TUTTI i cittadini che hanno espresso la propria volontà con il voto.”. Era un calcio di rigore a porta vuota, che non hanno neppure calciato. Si sono scavati la fossa da soli, a meno che gli Italiani non siano tutti idioti, cosa da non sottovalutare.

  • Peppa 29 Maggio 2018

    Martina…………..VAI A C***** CHE E’ MEGLIO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • marco 29 Maggio 2018

    proprio loro parlano,hanno distrutto una nazione intera,con la partecipazione dei vari presidenti della repubblica delle banane.

  • Giovanni 29 Maggio 2018

    un comunista che parla di democrazia… come maduro, pol pot, ceausescu, tito, mao, stalin… ma possibile che ci sia ancora gente che vota per questi delinquenti ?

  • DEMOCRAZIA NO ! 28 Maggio 2018

    Tu con la costituzione ti ci sei solo spazzato . . . e continui a farlo .
    L’Italia e’ una repubblica DEMOCRATICA . . . tu non conosci il significato perche’ sei ROSSO e
    come tale il tuo cervello bacato geneticamente dalla nascita disconosce la democrazia .
    Non molli mai anche se hai perso le elezioni e anzicche’ leccarti le ferite vai a leccare il c***
    ai potenti amici tuoi . Povero Berlinguer . . . si gira nella tomba e ti urla TRADITORE .

  • lucio 28 Maggio 2018

    andrai in piazza con i centri sociali

  • Cesare Pieraccini 28 Maggio 2018

    Sapete con cosa deve andare in piazza Martina e i suoi? Avete immaginato!

  • SUGERITI DA TABOOLA