Ladri in parrocchia. Il parroco non è buonista: «È colpa dell’accoglienza»

29 Mag 2018 11:34 - di Liliana Giobbi

Prima hanno sfasciato la porta, poi se ne sono andati lasciato un’accetta conficcata tra i battenti in legno. L’oratorio della parrocchia di Spresiano è finito per l’ennesima volta nel mirino dei ladri. Come si legge sul Gazzettino di Treviso, a trovare la brutta sorpresa sono stati i bambini arrivati verso l’una per iniziare il doposcuola. Secondo la ricostruzione i ladri non sono riusciti a entrare nei locali della parrocchia perché disturbati prima di forzare definitivamente la porta. Non sono riusciti a rubare nulla. Ma il parroco, don Giuseppe Viero, ha usato parole durissime: «È evidente che il territorio non è più controllato. Il problema è complesso e di portata nazionale. Le realtà istituzionali che avrebbero il dovere di controllare non sono più in grado di farlo. Perché? Qui serve un’analisi politica. Perché le scelte sono state precise. L’Italia deve essere una nazione accogliente. E questo è il risultato». Vuol dire che l’immigrazione ha fatto aumentare il livello di delinquenza? «Prima c’era un livello fisiologico. Poi le cose sono cambiate. È saltato per aria un certo equilibrio – continua don Giuseppe, come riporta il Gazzettino – i grandi cervelli dicono che i reati sono in calo. Sì, se tutti fanno come me, che su dieci eventi simili ne ho denunciati due, allora è chiaro che sono in calo. Ma chi va a rompersi le scatole per fare la denuncia ai carabinieri? Tanto non ne vale la pena».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • GENNARO TERMINE 30 Maggio 2018

    SPERIAMO CHE IL BERGOGLIO SI RAVVEDA E LA PIANTI UNA VOLTA PER TUTTE DI PARLARE DI “ACCOGLIENZA” E DI “RISORSE” : SIAMO MACIULLATI DA ‘STI FETENTI INVASORI E PROPRIO NON LA SI VUOL CAPIRE ; ED A PROPOSITO, MI HA FATTO MOLTO PIACERE APPRENDERE CHE ‘STI GALANTUOMINI ABBIANO PUNTATO SUI BENI DEL PADRE NOBILE DEI KATTOKOMUNISTI, SOR DE MITA !!!

  • Manlio 30 Maggio 2018

    Una domanda per il Parroco: Lei ne ha certezza che il tentativo per entrare nei locali della Parrocchia sia stato posto in essere da extracomunitari!!! Cordialita’ e accoglòienza!!!

  • lino 30 Maggio 2018

    Leggendo l’articolo ho esultato ,perche’ conoscendo don Giuseppe ha detto realmente quello che pensa e che ha sempre pensato. Credo che dopo tante battaglie per mettere a disposizione l’oratorio il piu’ possibile accogliente e funzionale,(al campo sportivo giocavano i giovani extra-comunitari)si trova ogni settimana con fatti analoghi sia in oratorio che in chiesa. Giustamente dice che non serve a nulla fare denuncia perche’ i giudici non fanno il loro mestiere ma gli assistenti sociali (poverini).

  • Angela 30 Maggio 2018

    Lo dicesse a quel “signore vestito di bianco”che tanto ci sta ammorbando con l’accoglienza a tutti i costi.!

  • Laura Prosperini 30 Maggio 2018

    aha adesso qualche sacerdote, toccato nelle sue cose, dice le cose come stanno…ma non deve dirle a noi, deve dirle ai suoi superiori che, toccati nelle loro cose…., lo ascolterenno
    fate attenzione a che gli immigrati non vi occupino i tantissimi Hotel di Lusso (esentasse) che avete ristrutturato…

  • Giusepoe 30 Maggio 2018

    Pensare che la Boldrini e Grasso vogliono disarmare le forze dell’ordine cosi saremo alla merce’ di questa gente …..Aiutiamo a Vincere le elezioni chi difende la nostra Patria e il nostro Popolo

  • Sergio Pogliani 30 Maggio 2018

    Hanno svaligiato anche le abitazioni di De Mita e del sindaco Sala di Milano. Gesu’ e’ buono e vede !

  • RAFFAELE 30 Maggio 2018

    GRANDE DON GIUSEPPE , LA VOCE DELLA VERITA …

  • Jolanda c: 29 Maggio 2018

    Evviva Don Giuseppe, uno dei rarissimi preti non allineati alle braccia spalancate del pampero, accogliente (…ma rigorosamente fuori del Vaticano) le “preziose risorse umane” sbarcate a frotte incontrollate nel nostro…,bhé ex nostro, povero suolo italico.
    Denunciare? Non serve, tanto anche se colti in fragrante verranno immediatamente giustificati e liberati dai giudici serpi in seno che ci ritroviamo.

  • SUGERITI DA TABOOLA