Lacrime e rabbia al funerale di Pamela Mastropietro. Alla mamma i fiori di Luca Traini

5 Mag 2018 10:42 - di Redazione

In un clima di commozione, rabbia e grande partecipazione, con almeno un centinaio di persone e uno striscione a lei dedicato, si stanno svolgendo questa mattina  i funerali di Pamela Mastropietro, la 18enne romana il cui corpo è stato brutalmente mutilato fatto a pezzi lo scorso 31 gennaio nella zona industriale di Pollenza, in provincia di Macerata. Le esequie si svolgono nella chiesa di Ognissanti sull’Appia Nuova a tre mesi dalla morte. La sindaca di Roma Virginia Raggi ha proclamato per oggi il lutto cittadino. Di ieri le notizie che inchiodano definitivamente alle sue responsabilità Innocent Oseghale, accusato dell’omicidio della ragazza, che però continua a dichiararsi innocente. La bara bianca con il corpo di Pamela è entrata questa mattina alle 9.30 nella chiesa romana (foto dalla pagina di Rainews24) partita ieri sera da Macerata sommersa di fiori. Anche quelli del presunto fidanzato o amico della ragazza, Luca Taini, che – secondo quanto riporta il Resto del Carlino – “ha fatto depositare un cuscino di fiori bianchi e lilla e una fascia con la scritta Traini Luca e, tra parentesi, Lupo, il soprannome che si è tatuato sul collo”. «È l’omaggio a Pamela Mastropietro dell’uomo accusato di strage aggravata per il raid xenofobo del 3 febbraio scorso a Macerata e rinchiuso nel carcere di Montacuto ad Ancona. Lo ha portato via con sé la mamma della giovane romana, Alessandra Verni, lasciando l’obitorio di Macerata per accompagnare il feretro della figlia a Roma. Un segno di partecipazione al lutto, in linea con quanto Traini aveva dichiarato ai carabinieri che lo avevano arrestato: “Volevo vendicare Pamela e stroncare il fenomeno dell’immigrazione clandestina”», scrive il quotidiano emiliano.
La mamma di Pamela indossa una maglietta rosa con stampigliata la foto di Pamela con una corona d’argento e la scritta ‘da qui nessuno ti potrà mai portare via’. Prima delle esequie c’è stato il lungo abbraccio tra la sindaca di Roma, Virginia Raggi e la mamma di Pamela, Alessandra Verni. Raggi si è poi seduta tra i primi banchi della chiesa, dove sono iniziati i funerali della 18enne, accanto al sindaco di Macerata, Romano Carancini.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA