La Meloni sferza il Pd: «Avete paura del popolo. L’italia non è una colonia»

28 Mag 2018 16:56 - di Redazione

«In Italia abbiamo l’unico Partito Democratico al mondo che ha paura della democrazia ed è contento quando non si rispetta la volontà popolare». Lo ha detto la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, oggi a Pisa, nel corso di un’iniziativa in vista delle elezioni comunali. «Stamattina erano tutti contenti, Martina e quelli del Pd, che il presidente della Repubblica non ha nominato un ministro di cui non condivide le idee. E a nessuno interessa che questo non faccia parte delle prerogative del presidente della Repubblica, che non c’è scritto da nessuna parte nella Costituzione che il presidente della Repubblica si può rifiutare di nominare un ministro di cui non condivide le idee – ha sostenuto Meloni – perché semmai le sue prerogative sono di non nominare un ministro per ragioni di conflitto tra i poteri dello Stato o ragioni simili ma che per tutto il resto c’è la democrazia».

La Meloni è intervenuta a Pisa

«Se Mattarella vuole imporre ministri di cui condivide la linea politica – ha quindi aggiunto la leader di Fdi – si deve candidare alle elezioni. Noi siamo per il presidenzialismo e per l’elezione diretta del capo dello Stato, e speriamo che la campagna che avvieremo per il presidenzialismo possa trovare cittadinanza in parlamento. Ma finché il presidente della Repubblica non è eletto dai cittadini non si può permettere di stabilire chi siano i ministri».

«Basta con i diktat della Ue»

A parere di Giorgia Meloni, inoltre, non è giusto «fare riferimento all’articolo 11 della Costituzione che riguarda il rispetto dei trattati internazionali, perché una cosa è rispettare i trattati e un’altra dire che non si possono modificare, che non si può aprire una trattativa per modificare trattati che evidentemente non ci stanno facendo bene». Per la presidente di Fratelli d’Italia, «è tutto fuori controllo: il Pd, dal livello locale a quello nazionale, è proprio contro gli italiani, contro la democrazia, e il diritto dei cittadini di scegliere governi e di dire basta ai diktat dell’Unione europea. Noi – ha continuato la Meloni – rimaniamo a presidiare i diritti degli italiani, la sovranità di questa nazione che non è una colonia».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Laura Prosperini 30 Maggio 2018

    Brava On.le Meloni, rimarchiamo queste assurdità, il PD è destinato a scomparire.

  • eddie.adofol 29 Maggio 2018

    subito Guerra Civile okkupiamo il Quirinale e mandiamo mattarella a fare il Presidente nella sua Sicilia isola di mafia, i siciliani hanno oKKupato ROMA e ci vogliono sottomettere all’UE della merkel. Roma ritorni ai Romani – fuori tutti gli stranieri italiani e non.

  • Cristiano 28 Maggio 2018

    Quanto accaduto è assurdo l’unico commento che mi viene è un conato di vomito.

  • SUGERITI DA TABOOLA