In soccorso rosso alle femministe: ecco la mossa astuta di Zingaretti

24 Mag 2018 19:23 - di Redazione

L’intera sinistra corre in soccorso della Casa internazionale delle Donne, storico sito femminista nel cuore di Roma. Sembra di essere tornati ai tempi di Soccorso Rosso, fenomeno coevo alla casa delle femministe. Adesso arriva pure Nicola Zingaretti, governatore del Lazio, in soccorso rosso alle femministe. “Nei prossimi giorni proporrò alla giunta regionale di dichiarare la Casa Internazionale delle donne sito di notevole interesse pubblico”. È quanto scritto in una lettera inviata al presidente della Casa Internazionale delle donne Francesca Kock dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, che lei stessa ha letto nel corso di una conferenza stampa nella sede del”associazione in via della Lungara. Il pregresso è questo: prima dell’era Raggi, il sindaco Pd Ignazio Marino voleva addirittura cancellare il debito accumulato negli anni dalle femministe che si sono insediate nel secentesco palazzo del Buon Pastore di via del Governo Vecchio. Pochi giorni fa l’assemblea capitolina ha approvato una mozione della consigliera grillina Gemma Guerrini che in pratica archivia l’esperienza della Casa delle donne proponendo di mettere a bando le iniziative legate all’associazionismo femminile mettendo la parole fine all’autogestione di via del Governo Vecchio. C’è stata subito da sinistra una levata di scudi del mondo della cultura, del cinema, del femminismo e della politica. In pratica tutti a difendere l’importantissimo ruolo sociale di una Casa dove si organizzavano dibattiti e presentazioni di libri. Attività che potrebbero benissimo essere svolte in una sede di periferia invece che nel cuore della Capitale. Inrealtà, le femministe c’entrano poco: è la guerra M5S-Pd che non smette di imperversare.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA