Dietro le quinte. Il Cav: «Magari quei pazzi dei grillini fossero tutti come Conte»

25 Mag 2018 15:59 - di Redazione

«Un’ottima impressione». Le parole pronunciate da Silvio Berlusconi sul premier incaricato Giuseppe Conte trapelano da un retroscena riportato dal Messaggero. Così si sarebbe espresso il Cavaliere in via confidenziale con i suoi collaboratori più stretti: «Ho avuto una buona impressione – avrebbe detto uscendo da Montecitorio dopo il colloquio con il premier incaricato -. Magari quei pazzi dei grillini fossero tutti come lui!». Commenta il Messaggero:  Conte non è «antropologicamente lontano dai forzisti», per gusti («la sua eleganza di sartoria e la rasatura perfetta») e frequentazioni: dai contatti con il parlamentare di Forza Italia Donato Bruno (fidatissimo di Berlusconi e pugliese come lui) a quelli con tanti avvocati romani della cerchia di Gianni Letta. Cordiale e informale infatti è stato l’approcio tra Berlusconi e Conte. La prima cosa detta dal leader di Forza Italia al premier incaricato sarebbe stata infatti all’insena dell’ironia: «Ma lo sa che per venire da lei mi sono ferito? Ho sbattuto con il naso sulla porta dell’ascensore, mi hanno portato all’infermeria della Camera dove sono stato tamponato ma sarei venuto a conoscerla anche dissanguato».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA