Di Maio cerca di rimettersi in piedi e lancia Sos a Salvini: «La Fornerooo…»

2 Mag 2018 10:07 - di Augusta Cesari

La sconfitta elettorale brucia, i numeri sono chiari, l’elettorato ha espresso chiaramente chi vuole al governo. Luigi Di Maio è stato punito, persino sul web (il campo preferito dai pentastellati) è andata in onda la rabbia. I tentennamenti, il corteggiamento al Pd non sono facili da digerire. Ora lui si sta aggrappando alla richiesta di tornare al voto il più presto, per evitare un’ulteriore emorragia di consensi. Nel frattempo, lancia qualche segnale, per rialzare la testa e non rimanere con un pugno di mosche in mano. Il leader dei 5 Stelle è tornato ad attaccare i partiti, nel tentativo di rimettere in moto la macchina propagandistica. In un post sul Blog delle Stelle, sito ufficiale del Movimento, Di Maio ha ribadito gli stessi concetti ancorandoli alla Festa del Primo Maggio: «La verità – ha scritto Di Maio – è che se non interveniamo subito il lavoro in Italia diventerà sempre più sottopagato e precario. Va rivisto il Jobs act, vanno rifondati i centri per l’impiego e va assicurata una pensione dignitosa a chi ha lavorato una vita con la revisione della Fornero e la pensione di cittadinanza. Sono tutte cose che eravamo pronti ad inserire nel contratto di governo per cambiare finalmente l’Italia». Ecco, in queste parole si legge una mossa tattica: la revisione della Fornero è ciò che maggiormente vuole Matteo Salvini. E non la si può fare certo con un centrosinistra che ha nelle sue file chi ha creduto fermamente nella Fornero e addirittura chi – come la Bonino – è sostenuta dalla contestata Elsa.  «Sono cose di buon senso che si potevano realizzare e noi ci abbiamo provato per 55 giorni con tutte le nostre forze. Ma sono tutte cose che gli stessi partiti che oggi vi riempiranno di auspici e moniti si sono rifiutati di fare perché hanno preferito tenersi stretti Berlusconi e Renzi piuttosto che cambiare tutto. Andiamo al voto il prima possibile!», ha concluso il leader dei Cinquestelle, colpito ancora dall’ossessione del Cav. Un’ossessione che lo sta portando a commettere un errore dietro l’altro.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • M.Carmela 4 Maggio 2018

    Di Maio non sta commettendo nessun errore!!!Siete voi che avete voluto le coalizioni ed ora state tentando di ‘rimettere in moto’ un pregiudicato che è stato al potere per 20 anni ed ha pensato solo ai…..suoi!!!

  • Angela 3 Maggio 2018

    Di Maio si ostina a non capire che il centrodestra è unito, dovrebbe smetterla di corteggiare solo Salvini.

  • Giorgio 3 Maggio 2018

    Questo è peggio di Renzi pnocchio incapace

  • Mauro 3 Maggio 2018

    Bimbo minchia non imbroglia più; E’ stato lui a chiedere e credere in un contratto con coloro che i problemi li hanno creati, con le riforme sbagliate (Lavoro, previdenza, immigrati) e cose non fatte (Aiuto ai terremotati del cemtro italia). Adesso che si ècapito che è piuttosto instabile vorrebbe ritornare al voto. Di Maio è ridicolo e solo gli illusi e ciechi possono ancora seguirlo.

  • alberto caioli 3 Maggio 2018

    Salame di un terrone napoletano: la fai finita di fare la fighetta che tutti devono inseguire? Pazienza, farai il secondo ma almeno governi qualcosa!

  • marco 3 Maggio 2018

    non ci sono commenti da fare, tutto si commenta da solo, l’italia è ha pezzi

  • Marcello 3 Maggio 2018

    Ma… la legge Fornero non era stata votata anche da Meloni e da Berlusconi?

  • lucio 3 Maggio 2018

    ma….io direi solo…poveraccio!!!!!!!!!

  • Angelo 3 Maggio 2018

    Poveraccio intellettuale !

  • SUGERITI DA TABOOLA