Cottarelli in stand-by: attendo cosa decidono sul governo politico

mercoledì 30 maggio 13:05 - di Redazione

Mentre Salvini, pur rilanciando a viva voce l’appello a tornare alle urne il prima possibile, ribadisce la disponibilità della Lega a non ostacolare soluzioni rapide per affrontare le emergenze, Cottarelli attende indicazioni in merito a nuovi, possibili sviluppi sullo stallo di governo. E così, secondo ambienti vicini al premier fresco di incarico presidenziale, «durante l’attività del Presidente del consiglio incaricato, sono emerse nuove possibilità per la nascita di un governo politico. Questa circostanza, anche di fronte alle tensioni sui mercati, lo ha indotto – d’intesa con il Presidente della Repubblica – ad attendere gli eventuali sviluppi».

Cottarelli attende possibili sviluppi sul governo politico

Il riferimento è all’ipotesi di un governo giallo-verde rilanciata ieri dal capo politico del M5S Luigi Di Maio – che, ancora oggi, si è detto disponibile a collaborare con il Capo dello Stato per risolvere la crisi – ma frenata in mattinata dal leader del Carroccio Matteo Salvini che, in un appello al presidente della Repubblica Mattarella, ha chiesto di tornare al voto «prima possibile». E allora, come ricordato più esplicitamente anche in un comunicato dalla Lega, «dal 4 marzo per dare un governo al Paese abbiamo provato tutto – si legge –. Abbiamo rinunciato alle presidenze di Camera e Senato, alla presidenza del Consiglio. Abbiamo provato la strada con il centrodestra e poi con i 5 Stelle. A questo punto, non ostacoleremo soluzioni rapide per affrontare le emergenze ma ridiamo la parola agli italiani il prima possibile». E così, mentre Salvini dà lo stop a Di Maio – il primo, intenzionato a ridare la parola agli italiani; il secondo che, facendo un passo indietro, si dice disposto a tornare a collaborare con Mattarella per una soluzione di palazzo – il premier incaricato fa su giù tra il Quirinale e la Camera per incontri informali e brevi colloqui che dovrebbero fare luce su come procedere. E invece, è ancora buio pesto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Fabrizio 31 maggio 2018

    MATTEO ASCOLTAMI! Ho 62 anni e sono una vecchia volpe Dirigente della pubblica (buona) amministrazione. Non ci cascare: andiamo al voto e governeremo da soli. E non ci sarà Mattarella che tenga, davanti ai numeri. SAVONA O MORTE (beh, più o meno era così).

  • Ben Frank 31 maggio 2018

    Il “salvatore della patria” n° X si è lasciato mettere in frigorifero… Beh, viste le temperature esterne, forse è meglio che ci resti, anche per il bene del paese.

  • Fabio 31 maggio 2018

    Non vogliamo tecnici , basta !! L’italia Ha bisogno di gente capace , altri tagli , altre tasse , niente lavoro per nessuno ma possibile che nessuno capisce che questi pur di rimanere al posto loro si vendono ai tedeschi che poi , ironia della sorte , proprio loro che sono di sinistra se non mezzi comunisti , si vendono tt i giorni ai tedeschi che hanno combattuto fino a “ieri” , possibile che nessuno capisca e faccia un articolo partendo da queste poche parole ?

  • In evidenza

    contatore di accessi