Contestazioni e insulti alla direzione Pd: gli elettori contro l’accordo con il M5s (video)

3 Mag 2018 19:50 - di Eleonora Guerra

Si è aperta all’insegna delle contestazioni la direzione Pd. I dirigenti dem hanno trovato i muri nei pressi del Nazareno tappezzati da adesivi che avvertivano «Mai con i Cinquestelle» e alcuni di loro hanno avuto dei faccia a faccia non esattamente cordiali con gli elettori arrabbiati che li attendevano all’ingresso. «Che me ne faccio della tessera se fate l’accordo con Di Maio?», ha detto un contestatore a Gianni Cuperlo, dichiarandosi amaramente pentito di averlo votato. «Tu non mi hai votato», è stata la risposta di Cuperlo, che probabilmente pensava al voto per le politiche, alle quali non si è candidato in segno di protesta rispetto alle scelte della segreteria. «Parola d’onore che ti ho votato alle primarie, e quanto me ne sono pentito non hai idea», ha replicato l’elettore, contestando la posizione di Cuperlo a favore di un accordo con il Movimento Cinquestelle e invitandolo a rispettare «un segretario, due milioni di elettori che l’hanno votato. Tu non l’hai mai rispettato». «Io ho sempre rispettato il mio partito», ha replicato Cuperlo con una certa stizza, accusando poi l’elettore di non avere «nulla a che fare con la sinistra e con questo partito» e invitandolo a «imparare il rispetto e l’educazione» prima di andarsene.

Video

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA