Colf in nero, Fico pronto a querelare Le Iene. Gasparri: «Non se la caverà così» (video)

3 Mag 2018 15:07 - di Redazione

«Ora Fico cerca di buttare la palla in tribuna. Prima diceva “non esiste una colf in nero, è una amica di famiglia”. Ora passa a una linea di difesa diversa: dice un avvocato a suo nome che Fico non è il datore di lavoro della signora Imma. Ma allora è una amica o una lavoratrice alle dipendenze di altri? È una lavoratrice in nero? Per lei vengono versati contributi Inps?». A chiederlo è il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, commentando la decisione del presidente della Camera di dare mandato ai suoi legali di «tutelarlo penalmente», dopo la messa in onda del servizio “Una colf in nero per il presidente Roberto Fico?” da parte della trasmissione Le Iene.

«Capiamo l’imbarazzo di Fico. Che ora dirà che quella non è casa sua, che non sa nulla e che “uno vale uno” e che tutti i salmi finiscono in gloria. Ma non finirà così. Lui è stato implacabile fustigatore di chiunque. Non si salverà dalla legge del contrappasso. E non la cerchi nell’elenco delle norme vigenti…», ha sottolineato Gasparri. Dopo giorni di polemiche, è stata l’avvocato Annalisa Stile a rendere noto di star «valutando di sporgere querela per diffamazione nei confronti della trasmissione Le Iene che, attraverso il loro pezzo, insinuano nel pubblico televisivo il dubbio (per loro certezza, per come è stato montato il pezzo e per i commenti che accompagnano il servizio), che il presidente abbia assunto “a nero” una colf-baby sitter nella casa napoletana della signora Yvonne», compagna di Fico.

«Stesse considerazioni valgono per tutti i quotidiani che hanno indicato il presidente Fico quale datore di lavoro della signora Imma. Il presidente Fico non è, né è mai stato, datore di lavoro della signora Imma», ha sostenuto l’avvocato Stile, aggiungendo che «il presidente Fico abita a Roma, nella cui casa ha una colf assunta con regolare contratto, risiede a Napoli, ma a casa propria nel quartiere Posillipo, e non nella casa della signora Yvonne. Il presidente Fico – ha concluso il legale – mi ha investita di questo incarico per non alimentare ulteriori pretestuose polemiche e strumentalizzazioni politiche». Nel video mandato in onda da Le Iene, però, è stato lo stesso Fico a spiegare di vivere a casa a Napoli «io e la mia compagna», ovvero, da quello che si evince, in quella casa in cui, secondo la ricostruzione de Le Iene, realizzata sulla base delle dichiarazioni di una “gola profonda” napoletana, sarebbe impiegata una colf in nero e avrebbe anche lavorato fino a poco tempo fa un ragazzo ucraino non in regola con il permesso di soggiorno.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • ROBERTO 4 Maggio 2018

    Fico non è il proprietario della casa di Napoli e non spettava a lui la regolarizzazione della colf? Vale la stessa regola a suo tempo applicata a Berlusconi … non poteva non sapere!

  • Giuseppe 4 Maggio 2018

    Povero.. Gasparri.. che pena

  • sergio 4 Maggio 2018

    Passa al contrattacco il ” galantuomo”

  • sergio 4 Maggio 2018

    Ecco un’altro che da’ il buon esempio. Umilta’, ONESTA’: zero.

  • SUGERITI DA TABOOLA