Bello Figo alla De Filippi: «Portami con te sul trono e vedrai…»

24 Mag 2018 14:53 - di Alessandra Danieli

Dopo lo tsunami di polemiche per i duelli televisivi con Alessandra Mussolini, il rapper Bello Figo torna a far parla di sé. Intervistato da Le Iene, il ventiquattrenne del Ghana, che oggi vive a Parma, ha sbancato sul web con oltre 20 milioni di visualizzazioni. La sui hit Non pago l’affitto si è rivelato un successo impensabile. Un tripudio italico che non si sarebbe aspettato nemmeno lui quando a 12 anni è arrivato in aereo dal Ghana e noi in barca come ha raccontato nelle sue canzoni .«Non ho mai lavorato in vita mia ci sarà un motivo», dice in tv il rapper di colore che, dopo una breve parentesi come meccanico, si è lanciato nel mondo dorato della musica. Ma non scrive le sue canzoni: «Diciamo, io ho dettato più che altro…». Adesso il ghanese, diventato popolare su Youtube per le canzoni in cui descrive le condizioni “disumane” degli immigrati in Italia, sogna di fare il tronista a Uomini e donne.

Bello Figo alla De Filippi: portami sul trono

Ricco e fortunato, Bello Figo non le manda a dire. Con la sua canzone in cima alle classifiche ha fatto arrabbiare mezzo mondo: sia le persone di colore («Un nero che si incazza con me lo fa per invidia!») che quelli definiti razzisti («Io non penso che una persona sia razzista. Io penso che le persone non siano pronte ad accettare altre cose, in generale»). Si atteggia a predicatore e salvatore delle minoranze:«Non voglio darla vinta a queste persone perché loro vorrebbero fermarmi, ma se continuo a fare successo e ad andare per la mia strada, ho vinto». Poi confessa alle Iene di preferire le ragazze bianche a quelle di colore e  che sogna di partecipare a Uomini e donne per trovare l’amore. L’appello a Maria de Filippi non potrebbe essere più esplicito: «Maria, portami sul trono». In passato si è fatto notare per alcune comparsate televisive non proprio civili. Storico il botta e risposta con la Mussolini. «Tramite le canzoni cerco di difendermi, sono delle provocazioni a chi non la pensa come me», aveva detto Bello Figo davanti alle telecamere di Rete 4 nel corso della trasmissione Dalla vostra parte di Maurizio Belpietro. Immediata e focosa la risposta della nipote del Duce: «Nessuno la pensa come lei. Uno che fa così è da prendere a calci perché è una provocazione ai cittadini italiani…»

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Eschini Pietro 25 Maggio 2018

    RIMPATRIATELO questo demente , e chi lo ospita .

  • Jolanda c: 24 Maggio 2018

    Ahi serva Italia, nave senza nocchiero in gran bordello…..lamento poetico storico più che attuale anche oggi, se soggetti come ‘sto ganese che ha messo radici in casa nostra, con la sua tortina gialla sulla coccia, si vanta di sbarcare il lunario a suon di soldoni senza mai aver lavorato un giorno…paese di bengodi per lui e quelli della sua stirpe, ma non certo per noi, invasi e offerti senza difesa alle orde dei…fratelli belli fighi. Dove scappare lontani di qui?

  • rberto delia 24 Maggio 2018

    un altro po di concime non guastera’ la trasmissione,,,,,

  • galleggia 24 Maggio 2018

    Chi mi suggerisce l’aggettivo piu’ sprezzante da affibbiare a questo “essere” che galleggia sull’acqqua?
    Ci prende per il c*** e c’e’ chi gli da’ voce e spazio in tv .
    E’un piano per farci incazzare ancora di piu’ ?
    Boicottiamo queste emittenti e i rispettivi conduttori perche’ e’ tempo .

  • SUGERITI DA TABOOLA