Trump esagera con l’ospite Macron: ora è il momento della forza

martedì 24 aprile 16:47 - di Redazione

“Presidente Macron, popolo della Francia, popolo degli Stati Uniti: ora è il momento della forza. Quindi, mostriamoci forti e uniti”. E’ un passaggio dell’intervento di Donald Trump, che nella prima visita di stato alla Casa Bianca dall’inizio del suo mandato, ha accolto il presidente francese Emmanuel Macron. “È giusto tenere la prima visita di stato con il leader del più vecchio alleato americano, l’orgogliosa nazione della Francia. Onoriamo il passato e guardiamo con fiducia e orgoglio al futuro. Facciamo in modo che Stati Uniti e Francia siano uniti per la nobile causa della libertà e della pace”, ha detto il presidente degli Stati Uniti. La visita di Macron, ha aggiunto, “è la testimonianza dell’amicizia duratura che lega le nostre due nazioni”. “La sua visita, signor presidente, arriva in un momento importante per la nostra alleanza. Con i nostri amici britannici, Stati Uniti e Francia recentemente hanno compiuto un’azione decisiva per rispondere all’uso di armi chimiche da parte del regime siriano. Voglio ringraziare il presidente Macron e il popolo francese per la costante collaborazione”, ha detto ancora Trump.

Cena franco-americana per Macron e signora

Si è appreso che la first lady Melania ha scelto un menù americano di gusto francese per la cena di Stato in onore di Emmanuel e Brigitte Macron, la prima dell’èra Trump. Si comincia con un tortino di formaggio di capra con confettura di pomodori, per passare poi a cotolette d’agnello accompagnate da una jambalaya di riso alla maniera di New Orleans (con cipolline, sedano e peperoncino) e finire con una torta di susine al miele. Verdure e miele sono prodotti dalla Casa Bianca. Per il vino sono stati scelti vitigni francesi coltivati in Oregon. Melania ha scelto personalmente ogni particolare, hanno riferito i collaboratori, senza farsi aiutare da ditte esterne. Le decorazioni sono crema e oro, e i fiori in tema con la primavera: rami di fiori di ciliegio accoglieranno gli ospiti, mentre nella State room dove si terrà il banchetto vi saranno composizioni di lillà e piselli odorosi. Ad intrattenere gli ospiti un’esibizione della Washington National Opera del John F. Kennedy Center for Performing Arts. La lista degli ospiti non è stata ancora diffusa, ma già si sa che non ci saranno parlamentari democratici, giornalisti o star di Hollywood. La scelta della sala, che Melania ha voluto non troppo grande per creare un’atmosfera più raccolta, ha ridotto il numero dei possibili invitati.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza