Schiaffi, insulti e umiliazioni agli anziani, indagate sette infermiere

mercoledì 18 aprile 14:18 - di Redazione

Violenze in una casa di riposo contro gli anziani ospiti, tutti sopra gli 80 anni, per lungo tempo presi a schiaffi, umiliati e offesi dalle infermiere che si dovevano prendere cura di loro. Sette operatori della struttura Casa Albergo per Anziani ubicata a Strada in Casentino, nel comune di Castel San Niccolò, in provincia di Arezzo, sono indagati, anche sulla base delle riprese delle telecamere, di maltrattamenti e percosse. La casa di riposo, che fa capo all’Unione dei Comuni, è affidata ad una associazione temporanea di imprese cooperative. L’ente pubblico si è dichiarato pronto a costituirsi parte civile nel processo. Le indagini continuano per accertare eventuali reticenze o complicità. Alle prime luci dell’alba di questa mattina i carabinieri della compagnia di Bibbiena hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura interdittiva del divieto dell’esercizio della professione sanitaria, emessa dal Gip del Tribunale di Arezzo, Giampiero Borraccia, nei confronti di 6 infermiere della casa di riposo: sono tutte italiane tra i 40 e i 60 anni. Secondo l’accusa, le infermiere avrebbero sottoposto gli anziani non autosufficienti a botte, umiliazioni, ingiurie e minacce. I parenti delle vittime non erano a conoscenza di quanto avveniva.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Davide 18 aprile 2018

    Ma perchè definite infermiere ,persone che non sono infermiere? L’infermiere è una figura professionale ben precisa .Informatevi ; confondereste un geometra a un architetto ?Uno scalpellino a uno scultore ? E potrei continuare

  • In evidenza