Meloni: «Di Maio è diventato “Giggino” Pomicino. L’inciucio M5S-Pd grida vendetta»

venerdì 27 aprile 11:38 - di Liliana Giobbi

Il contratto di governo proposto dal M5S al Partito democratico «è un tradimento della volontà popolare. Se c’è una cosa che gli italiani hanno detto con chiarezza lo scorso 4 marzo è che non volevano il Pd ancora al governo. Hanno votato il Movimento 5 Stelle per non avere il Pd al governo, oltre ad aver votato prioritariamente il centrodestra. Per cui fare adesso un accordo che rimetta il Pd al governo è una cosa che grida vendetta». Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ospite di Sveglia Trieste su Telequattro. «Siamo di fronte alla peggiore partitocrazia spartitoria e inciucista della Prima Repubblica. Di Maio è diventato Giggino Pomicino», ha poi aggiunto la parlamentare. Una cosa è evidente: lo stallo politico creatosi dopo il voto del 4 marzo «è assolutamente uno stallo colpa di una legge elettorale vergognosa che, ricordo, Fratelli d’Italia non ha votato. Siamo stati l’unico partito nel centrodestra – e mi dispiace per i miei alleati – a non votare questa legge perché era matematico che questa legge non avrebbe dato all’Italia una maggioranza».

«Siamo pronti a scendere in piazza. Chiediamo al presidente della Repubblica il rispetto della volontà popolare e un incarico pieno al centrodestra, a Salvini, per andare a cercare i voti in Parlamento», ha concluso Giorgia Meloni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Trigliedda 28 aprile 2018

    Quando leggo le pagine politiche che riporta i le sparate di gigetto il dittatore mi viene la pelle d’oca al sole pensare di averlo come Cape del governo. Posso capire che il poveraccio con la sua cultura non potrà mai andare oltre a, di anime possibile che non vi sia un consulente politico che gli dica cosa dire e non le le uscite da def…..te? Gli Italiani il 4 marzo hanno votato CENTODESTRA, non sufficientemente, OK! Allora bisogna trovare un alleato. Non vi è altra scelta: il PD. Ho mangi questa minestra o ti butti giù dalla finestra. Mi chiedo in un GOVERNO NON È IIL CAPO A CONDURE LA LINEA POLITICA nel rispetto dei programmi concordati? Non si accetta un Decreto salva banche, d’accordo! Se ne faccia uno per andare a trovare tutti quei mascalzoni che le hanno fatte fallire e vediamo chi, poi, non lo vota.

  • Giuseppe 28 aprile 2018

    State tutti tranquilli.. ci penserà Mattarella.. con un governo di scopo.. per cambiare legge elettorale e gestire nuove elezioni.. non prima che scada il primo anno del parlamento così i vari Deputati e Senatori nuovi eletti avranno diritto al vitalizio minimo.. se non riusciranno ad abolirlo prima..

  • nino codraro 28 aprile 2018

    meloni fascista stia zitta per sempre ……con quei 4 voti ha pensato anche di potere avere un incarico molto importante !

  • Francesco Desalvo 28 aprile 2018

    Mi spiace dissentire in parte con Giorgia Meloni. Il 4 marzo gli Italiani non hanno votato perché “”non volevano il Pd ancora al governo””. La maggioranza relativa degli elettori ha votato per avere delle riforme serie (e fra questi modestamente anche io), una notevole parte ha votato 5 stelle solo per avere il reddito di cittadinanza (ho lavorato per più di 30 anni in Sicilia e qualche anno in Calabria e ne ho l’esatta percezione), una parte minore ha votato perché il Pd restasse al governo. Tutti vanno ugualmente rispetati. E come ha detto Berlusconi, che di Di Maio non può porre il veto ai milioni di voti di Forza Italia, così la Meloni (e ancor di più Salvini) non avrebbero dovuto porre il veto ai milioni di voti dei piddini. Piaccia o non piaccia, questa è democrazia.
    Passando dalla teoria alla pratica, il fatto che Di Maio si sia messo a trattare con il PD non è un fatto “che grida vendetta” come ha detto la Meloni, semplicemente è la politica dei due forni inventata da Andreotti. Per questo Andreotti è stato criticato (idealmente anche da me), ma nessuno gli ha mai gridato vendetta. Hanno cercato di vendicarsi solo i giudici palermitani perché con le sue leggi antimafia gli aveva scippato il monopolio dell’Antimafia.
    Berlusconi, pur tenendo fede al patto di centrodestra, ha cercato di tenere aperta la via di riserva del secondo forno, ma Salvini ha ripetuto brutalmente “col PD mai”. E non si è accorto che chiudendosi la via di riserva alle spalle diminuiva contemporaneamente la sua forza di trattativa con Di Maio.
    Avrebbe dovuto tenere buon conto delle idee di uno molto più esperto di lui, e non silenziarlo perché aveva il 3% di voti meno di lui.
    Anche perché il PD al governo aveva iniziato a correggere il tiro, ad esempio con Minniti a contenere l’immigrazione, con Calenda a contrastare alcune multinazionali affinché non facessero sparire i loro impegni in Italia, eccetera. Mentre i Grillini vorrebbero chiudere Taranto (10.000 posti di lavoro), fermare il nuovo gasdotto (alternativo a quello che potrebbe essere chiuso per le grane fra Russia ed Ucraina), fermare le trivellazioni in mare che ci danno combustibili a minor prezzo e calmierano le nostre bollette luce e gas, e potrei continuare.
    O che Salvini è amico del giaguaro? E la Meloni che lo segue può continuare a lamentarsi e gridare al tradimento fino alle prossime elezioni. Oppure dire a Salvini: con Berlusconi siamo 20% contro i tuoi 17, quindi smettila coi veti al 18% dei piddini e cerca di salvare l’Italia dai 5 stelle.

    • Antonio 28 aprile 2018

      Vorrei scrivere ma sono cosi nervoso nel leggere le bombette i pedardi che puzzano nella politica seriosa quale dovrebbe essere , mettendo in sindonia il cervello con il forno chiamata bocca.. la meloni imparasse questi principi di serieta, quello che dice sono solo bugie…piuttosto sia lei che salvini con la storia di tirare a tutti i costi mr. Bassotto per cavoli che voi sapete ma fingete in maniera spuderata di non saperlo…. gli onesti non si mischiano con gli avanzi di galera…sapete quali sono i principi dei 5 stelle ma voi con sfacciataggine lo volete x forza tirara dentro… maii il berlusca con gli onesti lo capite o noooo?? La pazienza di Dimaio no l^ha mai avuta nessun politico… vergognatevi questo dicono anche i vostri lettori gente seria ed adesso basta con le tarantelle la musica e finita per colpa di salvini e vostra si ritornera votare cosi scomparite …..per fortuna gli italiani hanno CAPITO BENE SCOMPARITA SIETE I NEMICI DELLA NOSTRA PATRIA E PORTATEVI MEZZA TACCA CON VOI IN VACANZA X SEMPRE BASTAAAAAA

  • giorgio 28 aprile 2018

    certamente “grida vendetta”, ma non si doveva accettare e votare la legge elettorale pensata e scritta da chi aveva tutto l’interesse a “intorbidare” le acque. Ripeto, tale legge prevede le alleanze per ottenere una maggioranza, prima e dopo. Quando il sig. Rosato ha scritto la legge sapeva bene cosa faceva. Chi in Parlamento ha votato la legge becera, anche qualcuno del centro destra, avrebbe dovuto capirlo e non ha senso lamentarsi adesso. L’unica che aveva bene compreso e’ stata Giorgia Meloni ed ha, infatti, votato contro con Fdl.Questo e’ quanto, ci ritroveremo ancora con il Pd, Pd richiamo per tutta codesta marmaglia di immigrati clandestini, la maggior parte criminali e terroristi, che scappano solo dalle patrie galere e Pd foriero di chissa’ quali altre “novita'”. God save not the queen but the Country.

    • raffaele federico 29 aprile 2018

      GNURANT

  • Silvia 28 aprile 2018

    Povera Italia e poveri Italiani!!!!! Neanche le elezioni ci salvano!!!!!

  • Paola borgognp 28 aprile 2018

    Concordo pienamente con Giorgia. Il 77% degli italiani NON VUOLE IL PD quindi se dovesse andare a buon fine l’inciucio del M5s si dovrebbe tornare al voro o dare una rivoluzione civile o fiscale

  • Valeria 28 aprile 2018

    Il presidente della Repubblica dovrebbe essere garante della Democrazia e del rispetto del voto espresso dal popolo con le elezioni!

  • Alessandra Buonvicini 28 aprile 2018

    Sono pronta a scendere in piazza…e una vergogna…ma non dovremmo essere in un paese democratico…!!?

  • sergi 28 aprile 2018

    No il PD al Governo.

  • Mauro Colella 28 aprile 2018

    Giorgia,forse adesso riescono a capire ????chi sono i 5 stalle un voto buttato nel cesso

  • Amelia Tersigni 28 aprile 2018

    La terza Repubblica annunciata da Di Maio è il condensato di tutti i mali della prima e della seconda.

  • Angela 28 aprile 2018

    Gli Italiani si sono espressi chiaramente il 4 Marzo:”Non vogliono il PD al governo ne dà soli e ne con altri” e Luigi di Maio per la smania di fare il premier vuole imporci la sinistra .Spero che Mattarella faccia la cosa giusta e che faccia governare chi è arrivato prima alle elezioni elezioni e cioè IL CENTRODESTRA!!!

  • Tita 28 aprile 2018

    Involuti ……. involuti …..
    Involuti i i rossi nel senso non piu voluti.
    Involuti i gialli nel senso di faziosi .
    Si ritorni alle urne con un referendum e una votazione.
    Referendum x una legge eletirale semplicissima.
    “Chi prende piu voti governa.”
    Votazione con schda eletorale piccola e sempice e 3 colori.
    Rosso giallo azzurro.
    E se il nostro referendum é abrogativo non menate il can per l’aia
    Fate sto legge (vince chi prende piu voti)) e poi via si riparte.
    Ribadisco in situazioni complicate soluzioni sempluci e efficaci e feedback continuo degli avvenimenti.
    Personalmente condivido molte volte la Meloni perché diretta razionale e semlice. Lo stesso posso dire di Salvini che ritengo un pò troppo irruento. Per quanto riguarda Berlusconi ha le idee chiare e intuisce bene.
    Per concludere ….. ma come si fa a pensare di risanare un economia con il 47.7 % i cumulo fiscale…… e proporre di aumentarlo ancora…. Risultato di una stuazione cosi é cio che succede in italia e non solo, chi non ha un attivitá non riesce a crearne una, chi un attivitá ce l’ha fallusce. Resta in piedi il furbo e quelli che hanno accesso ai crdito degli stati.
    Gli ormoni che fanno funziinare tutto il corpo dello stato sono “semplicitá e onestà pura”. Ormoni che purtroppo mancano.

  • 27 aprile 2018

    Confusione totale!!!! Povera italianeta non cambierà mai!!!

  • In evidenza