Interviste finite male: tutti i precedenti del gesto di stizza di Landolfi (video)

venerdì 20 aprile 18:32 - di Redazione

Lo schiaffo di Mario Landolfi all’inviato del programma di Massimo Giletti “Non è l’Arena” non è un episodio isolato. Non è la prima volta infatti che il giornalismo cosiddetto d’assalto, pur legittimo, provoca una reazione di stizza da parte dell’intervistato. Un’altra inviata del programma di Giletti, che all’epoca andava in onda su Rai1, si vide rovesciare il piatto di agnolotti che aveva in mano cercando di intervistare Massimo D’Alema. Era il 23 ottobre del 2016.

Lo stesso Massimo Giletti durante la sua trasmissione scagliò a terra il libro di Mario Capanna durante un’intervista all’ex leader di Democrazia proletaria. Il tema era sempre quello dei vitalizi. Era l’8 febbraio del 2015.

Più lontano nel tempo – era il 2003 – lo scontro tra Fabrizio Del Noce che colpì al volto con un microfono l’inviato di “Striscia la notizia” Valerio Staffelli. L’ex direttore di Raiuno è stato poi condannato a risarcire Staffelli con una somma di 84mila euro. Da ultimo, come documentato in un video de Le Iene, protagonista di un’aggressione a un cameraman pochi giorni fa è stato il marito della senatrice del M5S Vittoria Bogo Deledda.

https://www.iene.mediaset.it/video/roma-la-senatrice-del-m5s-bogo-deledda-malata-per-un-anno-viene-candidata-e-miracolo-_63777.shtml

Questo l’episodio di cui è stato protagonista Mario Landolfi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Andrea 20 aprile 2018

    SI, sicuramente l’ex ministro Landolfi ha sbagliato però si è subito scusato e francamente accostare la sua persona a quella di Spada è francamente eccessivo .Giornali importanti come Libero e il Giornale di Milano parlano di brutale aggressione,choc,di inviato massacrato ( basta andare sui siti non sto esagerando) e chi più ne ha più ne metta mistificando la realtà e ingigantendo a dismisura l’accaduto.Ripeto , il gesto e la reazione dell’ex parlamentare sono da biasimare solo per il fatto che Egli stesso sia a sua volta un apprezzato giornalista però non facciamone un dramma e soprattutto non mettiamoci in fila con la pietra in mano da scagliare.Pensiamo piuttosto ai tanti giornalisti torturati , maltrattati,uccisi come la nostra Ilaria Alpi e la cronista maltese ammazzata pochi mesi fa e non stanchiamoci mai di chiedere giustizia e verità .

  • In evidenza