Antifascisti scatenati a Pavia: adesivi choc con Salvini a testa in giù

venerdì 27 aprile 16:20 - di Carmine Crocco

I “nuovi partigiani” festeggiano ancora il 25 aprile istigando alla violenza. È accaduto a Pavia, dove Matteo Salvini compare raffigurato a testa in giù in alcuni adesivi antifascisti affissi in corso Garibaldi. È un macabro e agghiacciante riferimento all’orrore di piazzale Loreto.  Il segretario provinciale della Lega, Jacopo Vigneti ha presentato denuncia alla polizia. Sugli adesivi – come riferisce la Provincia Pavese – Salvini è raffigurato a testa in giù insieme «al primo ministro Benjamin Netanyahu, al presidente degli Stati Uniti Donald Trump e al presidente turco Recep Tayyip Erdogan».Sullo sfondo rosso campeggia la scritta “Make fascist swing again”. «La sinistra a Pavia, appoggiata dai gruppi antagonisti, crea lo scontro sociale con adesivi e commemorazioni pubbliche fuori luogo» ha denunciato il presidente dei Senatori Lega Gianmarco Centinaio. «È ora di dire basta e di isolare questa gente che incita all’odio e alla violenza». Il senatore sul 25 Aprile scrive: “Festa di San Marco, mio onomastico, punto e basta». «Solidarietà a Matteo Salvini, anche se conoscendolo so che degli insulti macabri di quattro imbecilli non gliene può fregare di meno…»: così Giorgia Meloni un tweet.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 27 aprile 2018

    E questi imbecilli vogliono africani da integrare, che gente sciagurata si trova a questo mondo, mah!

  • In evidenza

    contatore di accessi