Altre bufale su Putin: ora gli attribuiscono dichiarazioni piccanti…

venerdì 20 aprile 13:33 - di Redazione

Non riuscendo a contrastare il presidente russo Vladimir Putin dal punto di vista della politica e della geopolitica, i soliti mass media trovano un altro sistema per infangare il leader del Cremlino attribuendogli una incredibile affermazione: la Russia “ha le prostitute più belle del mondo”. Così infatti Vladimir Putin si sarebbe vantato con Donald Trump, secondo quanto emergerebbe dalle copie degli appunti dell’ex direttore dell’Fbi James Comey pubblicati online, appunti presi nel corso di incontri e telefonate tra lo stesso Comey e il presidente degli Stati Uniti prima del suo licenziamento il 9 maggio dello scorso anno. I memo di Comey sono stati pubblicati online dai media americani dopo che il dipartimento di Giustizia li ha consegnati al Congresso. Negli appunti datati 8 febbraio 2017, l’ex direttore dell’Fbi scriverebbe che Trump “parlò della cosa Golden shower“, il dossier sul presidente messo a punto da un ex spia dei servizi britannici, Christopher Steel, dal quale si evince che la Russia potrebbe aver avuto informazioni compromettenti raccolte durante una visita a Mosca nel 2013 dell’allora magnate riguardanti sue pratiche sessuali. “Il presidente disse che la cosa delle prostitute è una sciocchezza”, scrive Comey a proposito di quel dossier, salvo poi aggiungere che Putin si vantò con lui a proposito delle prostitute russe, definendole “le più belle del mondo”. L’ex direttore dell’Fbi precisa però che Trump non gli disse in che occasione il presidente russo fece quel commento. Insomma, sembra che le bufale non abbiano mai fine…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi