Alfie, i genitori di Charlie: «Viviamo lo stesso dolore, ma non finisce qui»

lunedì 30 aprile 15:50 - di Redazione

Storie parallele, lo stesso dolore atroce. Hanno condiviso l’agonia della morte di un figlio e la battaglia per la sua vita. I genitori di Charlie Gard rompono il silenzio e nella prima intervista rilasciata da quando hanno detto addio al loro bambino, morto il 28 luglio 2017 in un hospice dopo lo stop ai supporti vitali chiesto dai medici e disposto dai giudici, le loro parole sono per Thomas Evans e Kate James, che da sabato 28 aprile stanno vivendo la disperazione per la perdita di Alfie, dopo un’analoga battaglia legale ingaggiata con i medici dell’Alder Hey Children’s Hospital di Liverpool sul best interest del bambino gravemente malato. «Sentiamo il loro dolore», hanno detto Chris Gard e Connie Yates, 33 e 32 anni, offrendosi anche di incontrare la famiglia Evans «se questo può aiutarli». Dopo l’ultimo saluto a Charlie, i Gard non hanno smesso di lottare e il sostegno ai genitori di Alfie arriva proprio in occasione del lancio della loro campagna. Chris e Connie hanno deciso di battersi per una legge che sperano possa dare alle famiglie maggiori diritti su ciò che accade ai loro bambini malati.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza