Al talent in sedia a rotelle dopo la strage di Manchester, giudici in lacrime (video)

sabato 21 aprile 17:23 - di Penelope Corrado

Secondo i giornali inglesi è stato uno dei momenti più emozionanti della storia dello spettacolo televisivo. Di certo ha commosso l’intera Gran Bretagna la performance della 13enne scampata alla strage di Manchester del 22 maggio 2017. La piccola Hollie Booth è rimasta gravemente menomata dopo l’attentato di un terrorista dell’Isis: nell’esplosione all’Arena di Manchester dove si era appena esibita Ariana Grande, sono rimaste uccise 22 persone. Tra di loro c’era anche la zia della piccola Hollie. Lei è sopravvissuta, ma le schegge le hanno causato lesioni permanenti.

Dalla strage di Manchester al balletto in tv

Circa un anno dopo, Hollie, che ha sempre coltivato la passione per la danza si è presentata alla trasmissione Britain’s Got Talent e si è esibita in un balletto sulla sedia a rotelle. In una coreografia (sulle note di una canzone proprio di Ariana Grande) dove anche i ballerini di supporto (di età compresa tra i dieci e i 24 anni) hanno danzato nelle stesse condizioni di Hollie. Una esibizione toccante, che ha lasciato tutti in lacrime. Ma è stata soprattutto una risposta al terrorismo e all’odio: gli sconfitti siete voi,  ha detto implicitamente Hollie.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza