Meloni: «Gentiloni non si azzardi a regalare alla Francia le nostre acque»

sabato 17 marzo 20:27 - di Augusta Cesari

Appuntamento domenica 18 marzo, ore 12. Giorgia Meloni sarà a Roma, al gazebo allestito da Fratelli d’Italia in viale Europa (angolo via Pasteur) per l’iniziativa – organizzata in tutta Italia – “Subito lavoro per gli italiani” . E’ finita la campagna elettorale e si attendono ora le decisione da parte del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Ma Fratelli d’Italia non perde tempo e ha lanciato una raccolta firme per le proprie proposte,  in occasione della presentazione del DEF, il documento che scandirà le scelte economiche dell’Italia per i prossimi tre anni. Fratelli d’Italia rilancia quindi ben sei proposte realizzabili nei primi 30 giorni di governo.

Meloni: «Non permetteremo che venga regalata l’Italia»

Ma la leader di Fratelli d’Italia ha un altro tema grave da sottolineare che potrebbe consumarsi in queste ore. A proposito di tempo, c’è chi approfitta per un “colpo di coda” in chiave anti-italiana: “Il governo Gentiloni sta tentando con un ultimo ignobile colpo di coda di regalare alla Francia parte delle nostre acque territoriali e con queste alcuni ricchissimi giacimenti di petrolio scoperti al largo della Sardegna. È la conseguenza di un folle trattato firmato da Gentiloni nel 2015 quando era ministro degli Esteri e che Fratelli d’Italia aveva contestato anche all’epoca. Un accordo senza senso che penalizza l’Italia e le cui motivazioni sono incomprensibili”. Lo scrive su Facebook Giorgia Meloni, aggiungendo. “Gentiloni non si azzardi a questa operazione e blocchi prima del 25 marzo, come previsto dal Trattato di Caen, la cessione delle nostre acque territoriali. Fratelli d’Italia non farà sconti su questa operazione dai contorni torbidi, chiediamo l’immediato intervento del Presidente della Repubblica Mattarella e annunciamo fin da ora azioni durissime in ogni sede. Non permetteremo che venga regalata l’Italia».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Franco Prestifilippo 19 marzo 2018

    Giorgia siamo tutti con te!!

  • Giancarlo 19 marzo 2018

    IL DIAVOLO SE LI HA PRESI TUTTI. VENDERE IL PROPRIO TERRITORIO SENZA ESSERNE I LEGITTIMI PROPRIETARI!! .E COME SE UNO VENDESSE LA CASA DI UN ALTRO !. IL TERRITORIO APPARTIENE ALL ITALI E AGLI ITALIANI . DIO LO HA CEDUTO AL POPOLO CHE ABITATA LI’. CHI FA QUESTO DEVE ESSERE AUTORIZZATO DA UN CONTRATTO INTERNAZIONALE CHE MI SAMBRA NON POSSA MAI ESSERE FATTO SENZA UN CONSENSO DI TUTTO IL POPOLO ITALIANO. VENDEREBBERO LA PROPRIA MADRE PUR NON POTENDOLO UMANAMENTE FARE. CI SONO PERSONE CHE SONO POSSEDUTE DA DELLE FORZE DISUMANE CHE SONO CONTRO OGNI LOGICA E PINCIPIO MORALE. SE QUESTO FOSSE VERO NON MI STUPIREI VISTA LA CORRUZIONE AD ALTISSIMI LIVELLI CHE GUIDA CERTI INDIVIDUI. STAREMO A VEDERE SE VINCE LA GIUSTIZIA E QUINDI IL BENE TRIONFA SUL MALE

  • Giovanna De Canio 18 marzo 2018

    Con la “donazione” alla ex Jugoslavia della zona B (Trattato di Osimo 1975) i regali dell’Italia calabraghe sono FINITI !!!

  • Marco 18 marzo 2018

    Chi vota a sx e’….fate voi!

  • Antonio 18 marzo 2018

    Ho aperto il Secolo per avere conferma di quanto già letto su Italia Oggi: sono indignato. Auspico che Giorgia faccia tutti i passi per evitare questo sconcio. La critica di Fiorella Bangrazi è inaccettabile se consideriamo tutto quello che ha realizzato la nostra leader con le poche forze allora disponibili. Forza Giorgia!

  • Gianni 18 marzo 2018

    SPERO CHE SI METTONO DACCORDO PER FARE UN GOVERNO , SI SENTANO MOLTE COSE BRUTTE IN ARRIVO , REGALARE IL TERITORIO ITALIANO COSTE VICINO LA SARDEGNA E” COME TRDISCE LA NOSTRA PATRIA , INOSTRI CONFINI NON SI TOCCANO , ANZI DOBBIAMO AVERE QUELLI CHE CI ANNO RUBATO? MI RACCOMANDO GIORGIA TIENI DURO ,VEDRAI CHE L”ITALIANI STANNO CON TE?

  • arcangelo mazza 18 marzo 2018

    Il trattato di Caen firmato tra Italia e Francia nel 2015, non è mai stato ratificato dal Parlamento, quindi discussioni sull’ argomento non sono mai avvenute. La gentaglia che ci ha governato ha pensato bene di non divulgare la cosa. Per ingraziarsi la Francia stiamo regalando pezzi del nostro territorio. Speriamo che venga fermato e che Mattarella faccia sentire la sua voce.

  • Mara 18 marzo 2018

    Se fosse vero cio’ che sostiene Giorgia Meloni, sarebbe molto grave.

  • Sabino Gallo 18 marzo 2018

    Credo che gli italiani non siano bene informati su questo argomento. Io stesso non lo sono. Esiste un “contratto” ? Con quali condizioni e giustificazioni?

  • Pasqua Apuzzo 18 marzo 2018

    Cara Giorgia non permettere questo ulteriore scempio
    Mi chiedo come costui con la sua banda pur essendo stati mandati a casa dagli italiani continuino a fare danni..

  • Angela 18 marzo 2018

    Mi sembra di vivere in un Paese assurdo…ma questi di sinistra odiano tanto gli italiani? Adesso regalano anche le “le nostre acque”…Cara Meloni ma perché non usciamo dall’Europa e dall’euro?riappriopriamoci dela Nostra sovranità, ma avete notato che da quando siamo nell’Europa unita siamo penalizzati quotidianamente e l’Italia sta fallendo miseramente? E veniamo costantemente umiliati dagli altri paesi europei,ma possibile che i politici di sinistra non si vergognano?e noi Italiani quand’è che rialzato a testa?Beati Gli inglesi che hanno avuto la forza e il coraggio di uscire dall’Europa. .Sono sovrani di loro stessi e non dovranno più sottostare a politiche punitive e folli.

  • Paolo 18 marzo 2018

    Carissima Giorgia, a mali estremi ,estremi rimedi…!!!!!

  • paolo pieraccini 18 marzo 2018

    Pezzo dopo pezzo, stiamo regalando alla Francia gran parte del nostro mare Già nel 2014 abbiamo ceduto ai francesi una parte del mar Tirreno e successivamente dell’Adriatico.Come Italiano, provo una grande rabbia.

  • francesco massetti 18 marzo 2018

    avanti cosi’ , on. Meloni , saremo al suo fianco

  • francesco massetti 18 marzo 2018

    avanti cosi’ on. Meloni, saremo al suo fianco (basta regali e/o svendite di territorio nazionale)

  • salvatore 18 marzo 2018

    che intervenga subito il Presidente Mattarella poiché è il garante delle nostre istituzioni e dei confini nazionali. o no?

  • alfonso 18 marzo 2018

    Di cose ignobili questo governicolo ne ha fatte già troppe e questa è forse la peggiore. Questa non un’Europa unita, ma è un’Europa che vuole affossare l’Italia sapendo che abbiamo le capacità per essere migliori di loro, di tutti quei stati del nord che cercano, con l’appoggio della sinistra, di annullarci. Sta a voi politici italiani no di sinistra di difendere gli interessi dell’Italia.

  • Francesco 18 marzo 2018

    Dobbiamo fare in modo, con qualunque mezzo, che questi deficienti non facciano più danni!

  • ruggiero 18 marzo 2018

    che siano processati tutti per alto tradimento contro il Popolo Italiano!

  • Gino Vercesi 18 marzo 2018

    …ma perché ci svegliamo sempre…tardi ????

  • sergio la terza 18 marzo 2018

    Forza Meloni, difenda il nostro territoRio. Non faccia come Degasperi che nel 1947 ha ceduto le nostre terre di confine.

  • Luciano Antonioli 18 marzo 2018

    Ma questi traditori sono stipendiati anche x fare l’interesse della Francia quando ce qualche cosa du buono e a noi lasciano le ossa della polenta? VENDUTI

  • Tita presti 18 marzo 2018

    Per chi vende la ptria ci vorrebbe la pena di morte. Quantomeno politica visto il livello di inefficienza della certezza della pena. Dobbiamo ritornare alle barricate per le strade per far capire a Renzi e Gentilini di fermarsi? Bene se questo è l’unico modo facciamolo.
    “VIVA V E R D I”…. I VERI PATRIOTI NN SI ARRENDONO MAI.

    • gmx 18 marzo 2018

      Abbassi i toni, Tita, per favore. E la Meloni si e’ svegliata solo ora? Se lo sapeva gia’
      da alcuni anni, perche’ non ne ha mai parlato? O forse l’aveva fatto e nessuno l’ha
      ascoltata? Vai a sapere la verita’ dove sta’ !!!

  • Fabio Massimo 18 marzo 2018

    Purtroppo in Italia ci sono 7/8 milioni di comunisti che si chiamano “ex” ma sono lì , dappertutto , nelle scuole che comandano , nei tribunali vedi giudici e avvocati , il procedimento delle tasse , del sistema , L’Italia giusta , delle persone oneste deve dire basta a questo caos da loro generato

    • gianni 18 marzo 2018

      Ah Fabio…mo’ che c’entrano i comunisti? Gentiloni mica e’ comunista…bisogna piantarla
      di dire assurdita’ senno’ anche noi di destra non saremo piu’ credibili. Chiaro?

  • Giuseppe Forconi 18 marzo 2018

    Ma sta dando di testa sto Gentiloni ? Perche’ non vende del suo e non quello che non gli appartiene ?
    Bloccatelo prima che combini altri guai e toglieteli di torno il verme che lo stuzzica, Renzi. Giorgia non molli la prego.

  • Lorenza ceccaroni 18 marzo 2018

    Che gli regali un pezzo di casa sua, questo buono a nulla, non un pezzo dell Italia. Governo di dementi guidato da mentecatti.

  • eddie.adofol 18 marzo 2018

    gentiloni e la banda di queste zecche comuniste e democristiane stanno riempiendo il nostro BEL PAESE a una lurida discarica a cielo aperto, che fino a poco tempo fa l’unica fogna a cielo aperto èra tutta la Toscana, con queste zecche al governo è tutto il Paese che è diventato discarica mondiale di carne putrida con tutti gli alieni africani/asiatici/europei dell’est e, sud/americani, ora il bis/napoleone si permette di regalare anche i nostri confini ai nostri cugini infami di natura. Scusa GIORGIA, mà Berlusconi cosa dice ……..nulla???? BOHHH

  • Babbone 17 marzo 2018

    Vai avanti con le tue idee e NOI se serve saremo presenti.

    • Fiorella Bangrazi 17 marzo 2018

      E la Meloni, dal 2015 si attiva solo adesso? All’ultimo minuto? Avrebbe avuto tanto di quel tempo per scatenare un putiferio invece niente. Vuole chiudere la stalla quando i buoi sono usciti? Ci faccia vedere come risolve e mi ricrederòaltrimenti sono chiacchiere sterili e lei non è credibile.

  • ENRICO CAPUTO 17 marzo 2018

    ANCORA UNA VOLTA REGALIAMO AI NOSTRI CARI VICINI UN PEZZO D’ITALIA DA NON CREDERE. FORSE E’ MEGLIO USCIRE DALL’EUROPA,NON MI SEMBRA CHE SERVE A NIENTE.

  • Franco Luzio 17 marzo 2018

    Brava Giorgia!! E’ veramente arrivata l’ora che noi Italiani ci inccccazzzziamo e la smettiamo di farci prendere per il c..o, specialmente da francesi e tedeschi.

  • Giovanni 17 marzo 2018

    Non gli avevano quella volta regalato le riserve di pesca dei gamberi?

  • In evidenza

    contatore di accessi