Il parroco di Predappio: pericolo fascista? Qui vedo solo nostalgia

giovedì 8 febbraio 9:12 - di Redazione
mussolini bergamo

Ma alla fine, questo presunto pericolo fascista esiste davvero 0 è tutta fuffa montata ad arte per la campagna elettorale? A sentire il parroco di Predappio, don Urbano Tebaldi, nel luogo dove Mussolini è nato e è sepolto non vi sono manipoli di camicie nere pronte all’insurrezione. “Non vedo segnali particolari, qui a Predappio, al di là delle giornate particolari che vedono qui la presenza di nostalgici di Mussolini per l’omaggio rituale alla sua tomba. Ma per tutto il resto dell’anno viviamo tranquilli e sereni senza alcuna azione o tensione che possa fare riferimento al fascismo”. “La presenza di migranti da noi è rilevante – conclude –  anche con tante famiglie, con persone che provengono da varie aree geografiche, dal Nord Africa come dall’Asia, molti sono musulmani, c’è chi è più integrato e chi meno, ma senza particolari problemi né rigurgiti di stampo razzista. Osservo che in Italia sembra stia montando un clima che può tradursi in azioni isolate del tipo di quelle registrate a Macerata, ma qui a Predappio dal mio osservatorio parrocchiale non rilevo, finora, nessun allarme”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Marcello 9 febbraio 2018

    Se posso introdurmi nel dibattito posso garantire che una cosa è un rispetto storico per quello che una persona si è guadagnato,
    unaltra cosa e costituire un partito politico peraltro inesistente!!!!!!!!
    Invece parliamo della verità dopo la caduta del comunismo,
    dalla riunificazione della Germania ?? In poi nel pianeta ? e più precisamente Asia Europa e America sono entrate in gioco forze di poteri economici e forze politiche legate ad altre forze definite nel loro insieme massoniche che hanno premuto sull’accelleratore mettendo l’europa in condizione di vivere in un debito permanente!!!!!!!!!!!!!
    Mi riferivo al pareggio di bilancio introdotto in costituzione!!!!!
    E alla costruzione della banca centrale Europea!
    Lo stesso schema Americano ??che è gestito dalla federal reserve!!!!!!
    Ora dobbiamo ricordare che Kennedy moriva nel tentativo di fermare questo modo speculativo di emissione del danaro !!!!!!!!
    E noi Europei furbi lo costruiamo uguale stesso sistema stessa speculazione !!!!!!!!!!!!!

    QUESTO È IL VERO GUASTO CHE DOBBIAMO CORREGGERE E METTERE RIMEDIO!!!!!

  • Gian Piero 8 febbraio 2018

    Ma quale ritorno, quale ritorno?? Scrivono e dicono senza avere la minima conoscenza storica degli eventi, e quindi sparano raffiche di baggianate le più incredibili. Il fascismo era già tramontato dopo il 25 luglio 1943. Il fascismo della RSI era qualche cosa di diverso, e di molto, dal regime del ventennio. Certo, rimaneva l’Idea di fondo ma c’era già stata una notevole trasformazione che il ribaltamento del 25 luglio non fece che portare alla luce. E allora: di cosa stiamo parlando? E poi, andare a Predappio sulla tomba del Duce significa che il fascismo sta’ risorgendo? Anch’io ci sono andato, e più di una volta, ma mica con questo mi si può dire che sto’ cercando di far ritornare il fascismo. La verità è che è da quando nacque la repubblica resistenziale che si gioca a creare lo spauracchio del ritorno del fascismo, così con queste cortine di fumo si coprono meglio la pochezza dei politici e le porcherie che regnano sovrane in questa povera nazione.

  • In evidenza

    contatore di accessi