La madre di Pamela: basta violenza, ma capisco la rabbia del ragazzo che ha sparato

domenica 4 febbraio 10:03 - di Redazione

Alessandra Verni, la madre di Pamela, la figlia morta e smembrata e ritrovata dentro due valigie a Pollenza, dice “basta violenza”. E che altro può dire questa madre disperata? Intervistata per il Messaggero da Raffaella Troili aggiunge che quelle persone di colore colpite “non c’entrano niente con il delitto di mia figlia, lasciateli stare”. Ma capisce la rabbia. La capisce da “mamma ferita a morte”. Dice proprio così, Alessandra Verni: “Da mamma ferita a morte capisco bene la rabbia di questo ragazzo che è andato in giro per Macerata a far fuoco“.

Ma occorre concentrarsi sugli assassini di Pamela, sul nigeriano Innocent, “il carnefice di mia figlia”. Alessandra Verni spera che ci sia giustizia. L’ergastolo certo, ma la giustizia non è solo l’ergastolo: “Lo diano ai carcerati, non lo mettano in una cella in isolamento. So che c’è una legge dei carcerati”. E se un giorno lo lasceranno libero troverà quella mamma ad aspettarlo: “Io vorrei solo avere Innocent tra le mani”. La politica non le interessa ma si aspetta dallo Stato una risposta forte all’orrore subìto dalla figlia, una morte che nessuno merita, una morte straziante. “Destra e sinistra si devono unire e rendere giustizia a Pamela, facessero uscire lo Stato, se ancora c’è”. I funerali non si sa quando ci saranno. La funzione, dice la mamma di Pamela, “sarà aperta a tutti, se volete dare un saluto a Pamela siete i benvenuti. Parlo agli esseri umani”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Federico Covella 8 febbraio 2018

    Assolutamente Luca Traini non dev`essere criminalizzato! E tantomena Salvini. Con l`atmosfera che volutamente, una parte politica ha creato in Italia, cominciando da Napolitano, poi Renzi, Boldrini, incluso purtroppo il Papa. U*n animo sensibile come Luca al quale la realta’ dei fatti avvenuti nella sua citta’, ha alterato un cervello gia’ debilitato, probabilmente anche da questa situazione insostenibile, che pero’ i sudetti manigoldi vogliono convincerci ad acettare per i loro interessi immediati e futuri, ha guidato l`uomo ad agire nel modo che s`e’ visto. Teniam presente che il Traini non ha amazzato nessuno! Volutamente? La Sboldrini non faccia la “sborona” e vada nella sua citta’ a scusarsi con i sconvolti concittadini.

  • Fab PITTANA 5 febbraio 2018

    ….ho qualche dubbio sulla madre di pamela……. come ha gestito la vita della figlia fino alla tragica fine. Mi pare una presenzialista e smaniosa di apparire in tv……..! Una altra con la figlia violentata e tragliata a pezzi si sarebbe raccolta nel suo immenso dolore e non vedo la sua loquacita’ consona in cio’.

  • flavio 5 febbraio 2018

    Caro Fausto ho letto la tua….quella gente i “governanti” ci stanno vendendo per dei voti. Ti sei mai chiesto quanti quelli che hanno preso la cittadinanza ed hanno diritto al voto???? Ma non vendono solo noi ma anche il nostro paese VIVA SALVINI….

  • flavio 5 febbraio 2018

    La scorsa settimana avevo previsto che prima o poi sarebbe bastata una scintilla, per far scatenare la violenza, e non credo che la cosa si fermi qui…..perchè anche se non lo ammettiamo ormai siamo saturi. E qui il razzismo non centra nulla, quante volte avete parlato male di un Napoletano Un Calabrese ecc…..allora siete dei razzisti ?? Io mi chiedo non si possono avere delle opinioni???, Siamo noi a casa nostra ad essere violentati da questa ” Gente ” Sopno loro i veri Razzisti. Avete provato a contare quanti Italiani sono morti in casa loro ad opera di questa “gente” !!! Quando io vado in un paese straniero io mi sento Ospite, loro quelli di Colore e non solo invece si credono padroni. il razzismo è una cosa diversa…Non gli abbiamo mica messi in croce e dato fuoco….Io sono stato testimone di alcuni episodi molto sgradevoli da parte dei negri ma solo da loro. Purtroppo sono sposato e con due figli, altrimenti………

  • elonora ferrari 5 febbraio 2018

    incomincio dalla boldrini e grasso . si rendono conto soprattutto la signora che sono loro i primo a creare disordini ? avanti delinquenti tanto la boldra gira con polizia al seguito che nemmeno il re saudita ne ha tanti , grasso è il rappresentante di una magistratura che lascia liberi i delinquenti purchè neri e dell’est e se ammazzano li compatiscono pure . e i buonisti vivono nei castelli isolati e noi paghiamo per mantenerli . bravi complimenti . ma state zitti ambedue e accoliti

  • roberto 5 febbraio 2018

    questo paese ha estremo bisognio di identita’ nazionale oggi e’ un paradosso i governi devono tutelare i propri popoli non quelli degli altri e se mettono la democrazia e le parita’ di diritto lo facciano con quelle dei doveri e tutelando la costituzione la sicurezza sociale e sanitaria ecco perche’ tornera il fascismo ed io ne saro’ felice !

  • Fausto 5 febbraio 2018

    Ammiro la mamma e tutta la famiglia di Pamela a cui rivolgo le condoglianze della mia famiglia ed a cui siamo molto vicini. Comprendo anche le ragioni che hanno spinto Luca a prendere in mano la pistola, spinto non da odio razziale ma dalla violenza dell’imigraazione che sovrasta la popolazione italiana, dall’inerzia del Governo e dello Stato indulgente e generoso verso gli immigrati.

  • Vier 5 febbraio 2018

    Qualcuno mi trova un “kaz” di posto dove stia scritto che TUTTI SONO UGUALI PER LA LEGGE, invece che la solita presa per il didietro della legge uguale per tutti? Se non pago una multa, il sistema mi fa un mazzo tanto, se ammazzo in modo spettacolare mi trattano con i guanti, se rubo “troppissimo” c’è sempre l’amico o l’amica, il parente o la parente che mi salva coi soldi di tutti. Andassero a NON cagare: basterebbero 30 giorni…

  • Giuseppe 5 febbraio 2018

    Se Fosse stata Nera che avrebbe fatto LA Sinistra????

  • Mokida Bolshitkov 4 febbraio 2018

    This animal should be executed!!! Period no question and deliberation.

  • Luisa Chiodini 4 febbraio 2018

    Condivido parola per parola quanto dichiarato dalla mamma di Pamela e spero che questa sua richiesta di avere la figlia seppellita al Verano venga prontamente esaudita. Aggiungo che nessun genitore dovrebbe trovarsi nella condizione di fare una richiesta del genere per avere un figlio vicino.
    Spero solo che le parole di comprensione rivolte dalla mamma di Pamela al ragazzo della sparatoria non vengano strumentalizzate, come al solito, da una certa parte politica che ha solo prodotto situazioni fallimentari in tutti i sensi. Che Luca Traini si fosse candidato con la Lega non è un fatto e non andrebbe neanche evidenziato come accadrà sicuramenteda parte dei soliti fomentatori al solo fine di screditare ulteriormente Salvini.
    Un forte abbraccio alla mamma di Pamela che avrà bisogno di tanto coraggio per affrontare i giorni e gli anni futuri.

    • Giovanni 5 febbraio 2018

      Concordo pienamente con la tua riflessione!

    In evidenza

    contatore di accessi