Delirio a Pontedera, il sindaco nega la piazza a Fratelli d’Italia: “Siete fascisti” (video)

venerdì 9 febbraio 15:43 - di Redazione

«Il sindaco di Pontedera ha rifiutato a Fratelli d’Italia l’occupazione del suolo pubblico perché “Udite Udite” saremmo un partito in violazione del principio di ricostruzione del partito fascista.
Dov’è la voce del nostro Presidente della Repubblica? Davvero ritiene che sia giusto impedire a Fratelli d’Italia di fare campagna elettorale?». Così Giorgia Meloni ha denunciato quanto deciso dal sindaco del Pd, Simone Millozzi.

Il sindaco di Pontedera

Il sindaco di Pontedera

Donzelli: “Su Pontedera intervenga il prefetto di Pisa”

«Il Prefetto di Pisa intervenga immediatamente per ripristinare a Pontedera la legittimità democratica di Fratelli d’Italia di fare campagna elettorale. Il fatto che il sindaco non conceda le autorizzazioni ad un partito politico, come accaduto, e si permetta di multare chi fa campagna elettorale è gravissimo, un vero e proprio atto sovversivo. Non accetteremo mai che con la scusa di patentini fintamente antifascisti gli esponenti del Pd stabiliscano chi ha diritto di fare campagna elettorale e chi no, in barba alle leggi dello Stato. Oggi è stata svelata una volta di più la finzione del Pd, che si definisce democratico ma i cui esponenti, in realtà, mostrano la loro vera indole incline all’autoritarismo». È quanto afferma il capogruppo e capolista alla Camera in Toscana di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli, commentando l’episodio denunciato in un video su Facebook dal candidato alla Presidenza del Consiglio Giorgia Meloni.

La versione di Millozzi: “Hanno sbianchettato il modulo”

Intervistato sulla questione, Simone Millozzi ha dato la sua versione dei fatti sull’autorizzazione del suolo pubblico negata a Fratelli d’Italia. Secondo il primo cittadino di Pontedera il partito ha sì presentato la richiesta sull’apposito modello, ma «sbianchettando  la parte di una dichiarazione in cui si richiama il rispetto di norme nazionali in vigore che vietano sia la ricostituzione del partito fascista che la propaganda di istigazione all’odio razziale», rendendo la richiesta «irricevibile».

“Grazie al sindaco, Pontedera è invasa dai criminali”

Ma è proprio una cittadina di Pontedera, Manuela D a commentare su Fb la delirante decisione e a spiegare le vere ragioni del no: «Cara Giorgia non è la sola buffonata che il sindaco Millozzi di Pontedera ha fatto in tutti questi anni di amministrazione. Io vivo a Pontedera, rinominata Pontenera, da tanti anni e come ha fatto crollare l’economia e la sicurezza della nostra città lui, non ci è riuscito nessun altro! Ci ha fatto invadere da migliaia di delinquenti africani e sta facendo di tutto per distruggere le attività commerciali ,gestita da italiani e stranieri onesti, che hanno tirato su le loro attività con sudori e fatica! Tutto questo per scaricare sugli altri le sue nefandezze! La sensazione di insicurezza e la paura che si respira nella nostra città è tangibile come in una grande metropoli, ogni giorno questi individui spacciano, rubano, assalgono e devastano , ma per il sindaco è solo una invenzione dei cittadini che hanno paura! Qua viviamo proprio nel Bronx!

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • LODOVICO 11 febbraio 2018

    CORAGGIO GIORGIA UNSCI TUTTE DESTRE ITALIANE ..

  • Laura 10 febbraio 2018

    Mi spiace Giorgia! Alcune persone dovrebbero lavarsi la bocca e tentare di connettere il cervello alla suddetta prima di aprirla! La tua richiesta di intervento dei vari personaggi che nomini però mi stupisce. Se qualcuno di loro interverrà, tornerò a credere a Babbo Natale!

  • Lores dal zotto 10 febbraio 2018

    Nel PD le peggio nefandezze mafiose .
    Loro gli italiani li vogliono poveri e sottomessi .
    Il 4 marzo devono sparire se vogliamo riprenerci la Nostra VITA e il futuro dei NOSTRI FIGLI

  • carla 10 febbraio 2018

    Vai Giorgia! Ma dove e’ la democrazia?

  • Sharimo 10 febbraio 2018

    Speriamo fermamente che il 4 Marzo questo schifo finisca definitivamente e perennemente e che l’Italia torni ad essere amministrata con libertà’ e democrazia!

  • mario 10 febbraio 2018

    Si chiamano Partito Democratico ma non sanno cos’è la democrazia .Buffoni

  • alfonso 10 febbraio 2018

    I comunisti non sono mai andati al potere con il voto degli italiani, loro, per questo, li odiano e fanno di tutto per sostituirli con gli immigrati anche se sono clandestini. Questi non li conoscono come gli italiani e prendono dei voti in più.

  • ENRICO 10 febbraio 2018

    Siamo molto oltre il delirio:siamo alla dittatura,al vero e proprio regime,brutale e oppressivo,come il peggior socialismo reale!

  • alfonso 10 febbraio 2018

    Questo è il comunismo, non è una novità, voi del centrodestra fate una legge che vieta la ricostituzione del comunismo, regime feroce e assassino che non ha niente da invidiare al nazismo; vedi foibe, l’assassinio di biagi e tanti altri.

  • Stefano Rossi 10 febbraio 2018

    Carissima stupidità dei fessi è nostra alleata, molto lentamente sempre più Italiani capiranno.
    un bacio a Ginevra.

  • Paolo 10 febbraio 2018

    Ma il Prefetto competente a prendere a calci nel c*** questo sindaco di m****, dove sta????

  • Ida Pellizzola 10 febbraio 2018

    Cara Giorgia,vivo in una città che la destra non presa in considerazione,a Ferrara non è mai stato votato un sindaco che non fosse comunista o del PD,e se tu la pensi diversamente ti massacrano.
    Questo quadro per dire che io non mi sono mai arresa alle mie idee nonostante i miei 75 anni,qui il pensiero è sempre stato a senso unico.

  • augusto 10 febbraio 2018

    Con quella faccia da cretino maligno epigono di POL POT cosa ci si puo’ aspettare?non dimentichiamo a proposito di distruzione etnica degli italiani da parte della cricca comunista che quello li si e’ persino, in un accesso parossiostico di leccaculaggine, scapicollato ad abolire la tradizionale mortadella (non Prodi) dal panino dei ragazzi in una scuola del suo paese, per non offendere la “sensibilita’ “di quelli che lui crede “suoi amici islamici” (prepotenti, tagliagole, infidi, traditori e pieni di odio verso gli italiani che stupidamente li accogono e li mantiengono pure ) .Povero deficiente!

  • Franceso 10 febbraio 2018

    Come qualcuno ha messo in evidenza, ilPD punta su una dittatura che é peggio del fascismo impedendo non solo la campagna elettorale di Fdi, ma anche le leggi fatte a imbavagliato chi non la pensa come loro. Sindaco di Merda(per essere gentile)

  • GIUSEPPA ALESSANDRO 10 febbraio 2018

    Non ci sono parole per descrivere questo atto propagandistico
    Dico solo che ignoranza e la faziosità non hanno limiti

  • Ziobeni 10 febbraio 2018

    E allora cambiamo questa nostra Italia il 4 marzo !

  • Giuseppe Forconi 10 febbraio 2018

    Signori c’e’poco da commentare, avete sotto gli occhi cosa puo’ fare il “PD” un partito che forse era partito bene, perche’ non esiste un buon governo se non c’e’ una giusta opposizione……. ma il “PD” ha stravolto il sistema, Renzi ne e’ l’artefice e nessuno lo ferma. Ecco come un Milozzi si sente forte di fare e disfare a suo piacere, perche’ sa’ che alle sue spalle ci sono i distruttori che l’appoggiano. Votate gente votate, ma guardate bene dove mettete la croce.

  • eddie.adofol 10 febbraio 2018

    Qui il fascista è lui e tutta la banda dei piddini che governano a modo loro la cittadina di Pontedera, stanno seminando odio e rancore di tutti contro tutti. il 4 marzo è vicino e noi sappiamo cosa fare!!!!!

  • Carlo Nobile 10 febbraio 2018

    Purtroppo i comunisti restano sempre e comunque tali,anche se cambiano nome come anno fatto loro,la democrazia la indendono a modo loro e,cioè come il veccio PC con dittatura negando a un partito politico il sacrosanto diritto a fare campagna elettorale.Per loro l’importante e parlare male del defunto PNF che a quanto si e potuto capire fa paura ancora oggi ai signori politicanti moderni ma con vedute antiche.Giorgia,vai che il polo era è e rimane con te

  • Leonardo Corso 10 febbraio 2018

    Vai Giorgia mandiamoli a casa il 4 marzo a sti comunisti distruttori di cultura e regole di civiltà

  • Fabrizio 9 febbraio 2018

    Purtroppo, quando si sta dalla parte sbagliata,non è una novità. Questa è la loro democrazia.

    • rino 10 febbraio 2018

      Una volta loro dicevano “A da venì baffone!” ora diciamo “A da venì il 4 marzo!”

  • luciano 9 febbraio 2018

    Questa è dittatura mascherata da democrazia, sfascisti!

  • Marcello 9 febbraio 2018

    Cara Giorgia Meloni il politicamente corretto …………….
    prevede lo smantellamento sistematico sia in Italia ?? sia in America ?? Di tutti i simboli le statue i ricordi di un chiaro periodo storico e………………
    L’ostruzionismo sistematico a chi fa politica non allineata,
    spero che tu lo abbia capito!!!!!!
    Quindi perché lo devi chiedere a Gentiloni a Mattarella a Grasso………………
    Lo sai che seguono lo stesso protocollo dei democratici Americani…….
    Della democrazia lasciano la scatola ma se guadi nell’interno c’e in oligarchia chiaro come l’acqua no !!!!!!!!!!!!!
    Quindi combatti noi siamo tutti con te!!!!!!

  • Giovanni 9 febbraio 2018

    A Udine siamo nella stessa situazione denunciata dalla cittadina.
    Quanti comuni soffrono a causa dei voleri del pd è delle liste civiche ad esso riconducibili.

    • Mauro 12 febbraio 2018

      A Udine l’avete votata la Serracchiani; Tenetevela

  • rolando francazi 9 febbraio 2018

    Il segretario del PD invita ad abbassare i toni, i suoi fanno esattamente il contrario. Delle due, l’una: o i suoi se ne impippano delle sue direttive, oppure Renzi e i suoi sono la riproduzione aggiornata dei mitici “Ladri di Pisa”. Quelli, cioè, che di giorno litigavano e la notte andavano a rubare assieme.

  • giorgio 9 febbraio 2018

    Che pirla !

  • In evidenza

    contatore di accessi