Trump si fa beffe dei suoi detrattori: «Non sono intelligente, ma un genio»

sabato 6 gennaio 17:27 - di Redazione

«Non sono intelligente, sono un genio». Così Donald Trump si fa beffe dei suoi detrattori e ribatte con ironia alle accuse contenute nel libro di Michael Wolff, che definito “idiota” il presidente Usa sulla base di presunte rivelazioni di qualcuno della Casa Bianca «Ora che la storia della collusione con la Russia, dopo un anno di intense ricerche, si è rivelata una bufala totale, – continua Trump – i democratici e i loro tirapiedi, i media produttori di fake news, hanno tirato fuori il manuale Ronald Reagan e sbraitano sulla stabilità mentale e l’intelligenza».

«In realtà  – ribadisce – per tutta la mia vita le mie qualità migliori sono state la stabilità mentale ed essere veramente intelligente. Anche “Hillary la corrotta” ha provato a giocare queste carte e come tutti avete notato, le si sono bruciate tra le mani… Sono passato dall’essere un imprenditore di successo, a una star della tv a presidente degli Stati Uniti (al primo tentativo). Credo che questo mi caratterizzi non come un uomo intelligente, ma come un genio. E un genio molto stabile».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • angelo stefanello 7 gennaio 2018

    Un Presidente del Consiglio italiano di storica memoria, Giulio Andreotti,sosteneva che : ” il potere logora chi non ce l’ha ! ” cioè la signora Hillary !

  • Paolo 7 gennaio 2018

    E ha ragione. Ma,a prescindere, più gli danno addosso, più rafforzano la sua posizione. Tuttavia penso che da parte di certe teste di…melanzana, bisognerebbe mostrare rispetto e spirito collaborativo per una persona che ,assieme a pochissime altre, è arbitro del destino del mondo.

  • C. Brandani 7 gennaio 2018

    La differenza tra idioti e “geni” sta nel fatto che i primi non riconoscono i secondi!

  • ENRICO 7 gennaio 2018

    Trump ha ragione;la macchina del fango(che in Italia conosciamo fin troppo bene)si mette a pieno regime quando si deve distruggere un avversario politico!

  • Alessandra Botta 7 gennaio 2018

    Si va bene quello che pensa. Muoviti a fare una intervenciones militare in Venezuela prima che 30 milioni di venezuelani murano di fame. Siamo alla fame nera

  • giampaolo 7 gennaio 2018

    TRUMP PRESIDENTE DEL MONDO!!!!!!

  • In evidenza

    contatore di accessi