Rincari continui, il caffè al bar rischia di non essere più un piacere…

9 Gen 2018 15:47 - di Redazione

Nuovo anno e nuovi aumenti per il caffè al bar. L’espresso più caro in assoluto si paga a Torino dove il prezzo arriva a 1 euro e 10 centesimi (+5,77%) ma l’aumento più alto si registra a Roma (+11,96%) rispetto all’anno scorso, dove il caffè costa in media 1,03 euro. A rilevare la situazione nelle principali città italiane è la Federconsumatori e i dati, diffusi dall’Adnkronos, sono aggiornati all’8 gennaio. Il caro tazzina al bar comunque è del 5,95% in media. Sopra il tetto di 1 euro, questione di centesimi, l’espresso è già arrivato in quattro città, oltre a Torino e Roma anche a Milano a 1,08 euro (+8%) e Firenze 1,04 euro (+1,96%), e non si esclude che nel corso dell’anno aumenti altrove. Il primato in basso invece spetta a Napoli, la patria della “tazzulella”, con 0,91 euro (+5,81%) seguita da Palermo con 0,94 euro (+2,17%). Aumenti ingiustificati, secondo l’associazione dei consumatori guidata da Emilio Diafora. ”Non c’è nulla che giustifichi questi rincari, e non solo sul caffè ma su tutte le voci dei consumi più significativi e popolari”, osserva il presidente Diafora parlando con l’Adnkronos, aggiungendo: ”Non mi risulta ci sia una crescita dei redditi con la stessa dinamica”. ”La tassazione aumenta su tutto e si riversa sui consumatori finali” sostiene citando l’aumento delle tariffe, delle bollette, delle autostrade, come dalle cronache di questi giorni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA