Meloni: “Basta, non sta ai partigiani decidere chi ha diritto di parola”

martedì 5 dicembre 20:03 - di Redazione

“Prove generali di regime da parte della sinistra. Molti comuni italiani stanno approvando un regolamento proposto dall’Associazione nazionale partigiani affinché non si concedano spazi e suolo pubblico a coloro i quali professando e/o praticando comportamenti fascisti, razzisti, omofobi, transfobici e sessisti. Ovviamente la patente di buoni e cattivi, omofobi o moderni, la decidono loro”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. “Un vergognoso stratagemma antidemocratico – avverte – per limitare la libertà di parola e mettere il bavaglio a chi contesta le teorie gender, la deriva mondialista e l’immigrazione incontrollata. Chiediamo l’intervento del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, garante della Costituzione italiana: manifestare le proprie idee è un diritto previsto dalla nostra carta Costituzionale che nessuno può permettersi di vietare”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica