L’Onu alla Birmania: non perseguitare le minoranze. Ma finora dov’era?

venerdì 3 Novembre 19:32 - di

L’Assistente dell’Alto Commissario per la Protezione, Volker Türk, ha concluso mercoledì la visita di due giorni in Myanmar, durante la quale ha chiesto che venga garantito accesso senza restrizioni agli aiuti umanitari per le comunità bisognose e la possibilità per i rifugiati di fare ritorno volontariamente nel Paese, in condizioni di sicurezza e dignità. Türk ha viaggiato fino alla capitale Naypyitaw dove ha incontrato il Consigliere di Stato dell’Unione del Myanmar, U Kyaw Tint Swe, il Consigliere per la Sicurezza U Thaung Tun, il Ministro del Welfare, del Soccorso e del Ricollocamento, Win Myat Aye, e il Ministro del Lavoro, Immigrazione e Popolazione, U Thein Swe. Durante gli incontri, l’Assistente dell’Alto Commissario per la Protezione ha esortato il governo a garantire un ambiente sicuro e la protezione delle comunità che vivono nello Stato del Rakhine, ha chiesto inoltre che sia garantito accesso senza restrizioni agli operatori umanitari, per fornire cure salva vita alle comunità locali che ne hanno bisogno e costruire con loro una relazione di fiducia. Volker Türk ha ribadito il diritto di tornare in Myanmar in condizioni di sicurezza per le migliaia di persone che sono fuggite in Bangladesh dallo Stato di Rakhine; ha fatto appello affinché siano permessi ritorni volontari nelle regioni di provenienza e che siano sostenibili, in sicurezza e dignità. L’Assistente dell’Alto Commissario per la Protezione ha anche enfatizzato l’importanza che riveste il forte impegno degli attori per lo sviluppo affinché investano in programmi locali rivolti alle comunità dello Stato di Rakhine per creare condizioni favorevoli per la reintegrazione sostenibile dei rifugiati. Volker Türk ha riaffermato che l’Unhcr è pronto a supportare il governo con l’auspicio che questo workshop possa rappresentare un passo importante verso un maggiore coinvolgimento dell’Agenzia Onu per i Rifugiati nei piani del governo per la gestione del ritorno volontario. Volker Türk ha poi accolto positivamente il rinnovato impegno del governo di implementare rapidamente quanto raccomandato dalla Commissione consultiva per lo Stato del Rakhine, sottolineando che questo costituisce un’importante roadmap per il futuro. La visita dell’Assistente dell’Alto Commissario per la Protezione nella regione continuerà in Thailandia e poi in Bangladesh all’inizio della prossima settimana.

(foto Prweb.com)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *