Sondaggio, cresce ancora il centrodestra unito. Emorragia di consensi nel Pd

venerdì 27 ottobre 18:43 - di Redazione

Il sondaggio Index Research realizzato su un campione di riferimento attraverso interviste telefoniche, lo conferma una volta di più: il centrodestra unito continua a macinare consensi, accreditandosi come prima forza politica del Paese, in continua e progressiva crescita rispetto alle intenzioni di voto degli elettori.

Sondaggio, cala ancora il Pd, in crescita il centrodestra

Di contro, il Pd a guida Renzi, continua a pagare con una inarrestabile emorragia di consensi la diaspora di ex componenti del partito, in fuga e pronti a federarsi in altri schieramenti, con altre proposte: l’ultimo fuoriuscito illustre è, come noto, il presidente del Senato Pietro Grasso. Una crisi, quella a rischio endemizzazione, quella che tiene in scacco i dem, alimentata da interminabili fronde interne e insanabili dissidi tra base e vertice, che sta continuando a far perdere all’esercito del Nazareno truppe, ufficiali e voti. Una situazione a cui non giovano i periodici attacchi mirati mossi dai padri nobili dell’Ulivo e del Pd, come dai big del Nazareno, indirizzati alla cronica messa in discussione della leadership renziana, prodromica ad altri esodi di massa. Non a caso, allora, i numeri non sorridono al segretario dem, passato nel giro di una settimana (esattamente dal 19 al 26 ottobre ndr), dal 26,0 al 25,4 (e perdendo dunque un altro 0,6). Di contro invece, il centrodestra che ha federato le forze è cresciuto dal 34,0 al 34,6, acquistando un ulteriore 0,6. Pressoché stabile il Movimento Cinquestelle: nella settimana presa in esame ha di fatto confermato i pentastellati intorno a quota 27, passando dal 26,9 del 19 ottobre al 27,1 (+0,2) del 26 ottobre.

 

schermata-2017-10-27-alle-12-32-19 schermata-2017-10-27-alle-12-32-32

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica