Napoli, esce dal carcere e gli sparano in mezzo alla gente: gravissimo

giovedì 26 ottobre 10:25 - di Redazione

Un agguato fuori dal carcere, indirizzato contro un detenuto in semilibertà appena uscito, in pieno giorno e in mezzo alla gente. Un mistero che affonda le sue radici nel terreno della criminalità. Un efferato episodio di cronaca che rischia di concludersi nel peggiore dei modi, un dramma che si è consumato nel giro di pochi, concitati istanti, all’uscita di un noto istituto penitenziario napoletano, in mezzo alla folla e al traffico mattutino.

Agguato fuori dal carcere a un detenuto in semilibertà: è grave

E allora, questa mattina un uomo è stato ferito da diversi colpi di arma da fuoco all’esterno del carcere di Secondigliano a Napoli. Al boato delle esplosioni è ovviamente seguito un panico incontrollabile, poi aumentato alla vista dell’uomo ferito e accasciatosi a terra in una pozza di sangue. Pochi, concitati attimi – specie tra i molti passanti in zona di mattina – poi i soccorsi, l’identificazione dell’uomo, le indagini scattate subito dopo il ricovero del ferito in ospedale. A quanto si apprende, infatti, la vittima dell’esecuzione – perché proprio di un’esecuzione sembra trattarsi – è un detenuto che gode del regime di semilibertà, e che al momento dell’agguato era appena uscito dal carcere per recarsi al lavoro ad Arzano, comune della periferia di Napoli del quale è originario. Questo è tutto quanto finora acquisito dai carabinieri che indagano sulla vicenda , mentre si apprende che l’uomo, ricoverato, versa in gravissime condizioni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica