L’arrogante spacciatore africano: «Io vende erba, Italia sporco…» (video)

giovedì 19 ottobre 18:22 - di Milena De Sanctis

Cham Saihou, il diciannovenne spacciatore gambiano ribattezzato “io vende erba qua” è finito in manette. Durante il servizio Dalla Vostra Parte, andato in onda lo scorso giugno, lo spacciatore aveva ammesso di spacciare alla Stazione Centrale di Milano. Saihou aveva rilasciato una serie di dichiarazioni spontanee della durata di circa due minuti dove illustrava le sue attività quotidiane di “profugo” in Italia: «Tutto nero qua, no mangiare bene….Italia sporco… Perché documenti no ce l’hai, tutto no ce l’hai niente, lavorare no ce l’hai……Italia sporco, tante persone tanta mafia, tanto robaccio, perché?». E ancora: «Soldi ce l’ha io va Germany, soldi no ce l’ha io salire qua a vendere… Io vendere erba, io vendere canna, vendere a italiani». Saihou al giornalista che gli chiedeva dove prendesse la droga aveva risposto: «Dove la prendi, Malpensa, vai di Linate, vai di Bergamo, aeroporto, tutto viene di la…». Il gambiano concludeva poi dicendo di guadagnare circa 40-50 euro al giorno.

Preso lo spacciatore africano, ha aggredito i poliziotti

Cham Saihou del resto, come riporta il Giornale,  non teneva nascosta la sua passione per “l’erba” neanche sul proprio profilo Facebook, considerato che in due delle tre foto visibili viene ritratto proprio con una canna. In una delle immagini lo scrive chiaramente mentre passeggia in quello che sembra il Parco Sempione: «Yea, m in da hood, smoking ma erba». Già noto per la sua pericolosità anche tra il limbo degli illegali di Stazione Centrale, il gambiano è stato arrestato mentre stava litigando con un compratore per il prezzo della droga e lo stava minacciando con una bottiglia di vetro. Alla vista degli agenti Saihou è andato su tutte le furie aggredendoli e per lui sono scattate le manette con le accuse di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica