«La donna provoca, l’uomo la violenta»: ecco cosa predicano in arabo

venerdì 20 ottobre 17:06 - di Alberto Consoli

«La donna invita e provoca l’uomo alla violenza sessuale». Un’altra bestialità. Non abbiamo dimenticato, infatti, quella pronunciata dal famigerato mediatore culturale sullo stupro, che piacerebbe alle donne dopo un po’. Pochi giorni fa l’imam che scrive in un articolo un  vademecum contro le donne bisbetiche, che contempla, in ultima istanza, la violenza. Ora queste  scioccanti parole di un predicatore saudita, Ahmed Bin Saad Al Qarni, che ha lanciato un messaggio molto pericoloso nel quale mette nel mirino proprio le donne sostenendo che esse vengono violentate e molestate sostanzialmente per colpa loro. Non ci è voluto molto perché su twitter le parole di Ahmed Bin Saad Al Qarni scatenassero una feroce polemica, per una serie di messaggi in cui il predicatore – controverso persino in un Paese iper-conservatore come è l’Arabia Saudita – metteva nel mirino le donne, sostenendo che se vengono struprate e molestate la colpa è soltanto loro.

Predicatore arabo: parole choc

Queste parole aberranti arrivano da Ahmed Bin Saad Al Qarni, un predicatore, un’autorità spirituale, pertanto la sua predica suscita orrore. Ha pubblicato un video che ritrae delle donne saudite coperte dal burqa integrale, che non permette di vedere neppure una mano. Nel video le donne completamente bardate salgono su un’auto con degli uomini. “Le donne istigano gli uomini a violentarle e molestarle” ha detto il predicatore. “Li ha fatti impazzire, non accusate gli uomini” dice il saudita che poi accusa il sesso femminile di essere responsabile di fatti come adulterio e violenze sessuali. Le sue parole hanno scatenato molte polemiche anche in Patria. Come le donne saudite, che non possono girare senza il pesante burqa che le copre interamente, possano in qualche modo ‘provocare’ qualcuno ce lo deve spiegare. Cominciano ad essere troppe le voci diautorità religiose che sulle donne si esprimono in modo preoccupante.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica