Choc a Como, padre dà fuoco alla casa: muoiono lui e 3 bambine (Video)

venerdì 20 ottobre 11:45 - di Lorenza Mariani

Una strage in famiglia: le notizie che aggiornano la tragedia dell’incendio nell’appartamento di Como elevano all’ennesima potenza lo strazio e il dolore per quanto accaduto. Da quanto si apprende dal Corriere della sera sembra che sia stato lo stesso genitore, un marocchino 49enne, ad appiccare le fiamme a causa delle queli sono morti, oltre all’uomo, anche 3 delle 4 figlie che erano in casa con lui. La quarta, uan bambina di 5 anni, lotta tra la vita e la morte. Una tragedia della disperazione, quella che si è consumata in un’abitazione di Como travo,ta dalle fiamme: come riporta in queste ore il Corriere della sera, «L’uomo, un 49enne marocchino, aveva perso il lavoro e la moglie è ricoverata per depressione. Lui è stato trovato morto. I soccorritori, sotto choc, hanno chiesto aiuto psicologico». Raggiunta nell’appartamento in fiamme – l’incendio è scoppiato all’interno di un’abitazione in via San Fermo, tra i comuni di Como e San Fermo – la famiglia è rimasta coinvolta dalle fiamme ed è stata immediatamente soccorsa: il papà di 4 bambine però, è morto subito e le piccole, in gravissime condizioni, sono state rianimate a lungo: ma dopo interminabili e disperati tentativi, tre di loro non ce l’hanno fatta. Le piccole, di età compresa tra i 4 e i 12 anni, erano state soccorse, a quanto si apprende, già in arresto cardiaco all’interno dell’appartamento che in quel momento era saturo di fumi da incendio.

Incendio in casa a Como: muoiono il papà e 3 bambine

Due di loro sono state trasportate all’Ospedale Sant’Anna. Per entrambe è stato constatato il decesso dopo un prolungato tentativo di rianimazione cardiopolmonare che, purtroppo, non ha dato gli esiti sperati. Una corsa contro il tempo e contro la morte che non ha lasciato speranze neppure alla terza piccola vittima, la bambina portata all’Ospedale Valduce di Como. La quarta si trova ora all’Ospedale di Cantù, dove sta lottando tra la vita e la morte. La famiglia è rimasta intossicata da cianuri. Il servizio Farmaceutico dell’Asst Lariana ha reso disponibili dosi di antidoto CianoKit. Intanto, dall’ospedale dove è ricoverata la quarta piccola coinvolta nell’incendio dell’appartamento comasco, trapela la notizia secondo cui sarebbe ripresa intorno alle 11.05 l’attività cardiocircolatoria della bambina di 5 anni coinvolta nell’incendio della sua abitazione a causa del quale sono morti il padre e tre sorelle. I sanitari precisano che in questo caso è «indispensabile massima cautela, poiché la ripresa potrebbe essere solo temporanea e poiché il lungo periodo intercorso in arresto cardiaco rende la situazione particolarmente critica anche per le funzioni cerebrali». Intanto, quanto trapela sulle responsabilità del rogo e il dramma in cui è maturata la tragedia aggiungono altro doloro allo strazio e allo choc.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica