Riina jr padrino al battesimo della nipotina. Il vescovo va su tutte le furie

giovedì 2 febbraio 10:41 - di

Torna a far parlare di sé, Giuseppe Salvatore, detto “Salvuccio”, figlio del boss mafioso Totò Riina, che vive a Padova dopo avere scontato la pena per mafia perché ha il divieto di dimora a Corleone. A far scoppiare la miccia è stato il battesimo della nipote di Riina jr, figlia della sorella Lucia, avvenuto lo scorso 29 dicembre a Corleone grazie al permesso del giudice di Padova. Ma il battesimo, celebrato dal parroco corleonese don Vincenzo Spizzitola, non è andato giù al vescovo, come scrivono alcuni quotidiani.

Riina jr padrino della nipote. Il vescovo: non siamo stati informati

Monsignor Michele Pennisi, vescovo di Monreale a cui appartiene la comunità ecclesiale di Corleone, sulla mafia è la tra le voci più autorevoli della chiesa siciliana. La notizia non gli è piaciuta. E dalla Tanzania, dove sta inaugurando una scuola realizzata con il contributo della diocesi di Monreale, fa sapere di essere molto adirato. «Non siamo stati informati – ha detto – È una scelta censurabile e quanto meno inopportuna, che io non approvo». Già lo scorso anno Riina jr fece parlare di se per la sua intervista a Porta a porta per presentare il suo libro Riina Family Life, una decisione che provocò numerose polemiche. Adesso il battesimo della nipote contestato dal vescovo di Monreale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza