Chiedevano il pizzo anche per i defunti: 4 arresti nel napoletano

sabato 3 dicembre 9:35 - di Redazione

Il pizzo anche ai morti. Accade nel napoletano dove sui poveri defunti s’allungavano le grinfie della malavita. Che tentava di imporre il pizzo ad una ditta di onoranze funebri: in quattro sono stati arrestati, a Pomigliano (Napoli) dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna. Tre di loro sono ritenuti affiliati al clan “Piscopo – Gallucci” attivo a Casalnuovo, il quarto risiede a Pomigliano d’Arco e gravita attorno alla criminalità organizzata locale. A finire in manette sono stati Giuseppe Mosti, Federico di Gallucci, Antonio Chirivino e Gianluca Granata.

Il pizzo non può attendere

Il provvedimento è stato emesso dopo la loro identificazione quali autori di richieste estorsive, il pizzo, a una ditta di onoranze funebri in tre circostanze, ad agosto scorso. Per primo, dal titolare, si è presentato Gianluca Granata, chiedendo il “regalo di agosto, una somma a piacere“. Poi è stato il turno di Gallucci, Mosti e Chirivino. Per due volte e tutti insieme, a nome dei “Nufriello“, in una occasione hanno chiesto di informare il titolare, la seconda volta hanno messo in chiaro di essere lì “per la mazzetta, già abbiamo aspettato troppo“. E il pizzo non può attendere, si sa. Il provvedimento è stato notificato in carcere a Mosti, Gallucci e Chirivino, detenuti per altri reati, mentre Granata, che era libero, è stato rintracciato e trasferito nelle patrie galere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi