Roma violenta, australiana stuprata e picchiata vicino al Colosseo: è grave

3 Ott 2016 19:50 - di Redazione

Una cittadina australiana è stata stuprata, picchiata e rapinata la scorsa notte a Roma. Sulla vicenda sono in corso indagini della polizia. La donna è arrivata in codice rosso all’ospedale San Giovanni con ferite al volto e dagli accertamenti medici sarebbe stata riscontrata una violenza sessuale. Dalle prime informazioni, sembra che ieri sera era andata a ballare in un locale in zona Termini e che sia stata vista andar via con un uomo. Del caso si occupa la squadra mobile. La donna, una 49enne, è stata soccorsa da un passante in viale delle Terme di Traiano. È in stato di shock e non ricorderebbe nulla della violenza sessuale subita, ma solo di aver ricevuto un pugno in faccia e di essere stata rapinata. L’aggressione si sarebbe consumata nel parco di Colle Oppio, a due passi dal Colosseo. Sulla vicenda indaga la Squadra mobile di Roma e il commissariato Viminale.

A Roma un’altra donna stuprata: tre immigrati arrestati

Una donna brasiliana di 48 anni aveva  subito una violenza sessuale di gruppo otto giorni fa, il 25 settembre, in una baracca vicino alla stazione Tuscolana a Roma. I tre presunti responsabili sono stati fermati oggi. La vittima è arrivata al pronto soccorso di un ospedale in codice rosso – condizioni gravi -, raccontando di essere stata picchiata, sequestrata e violentata da due uomini e una donna, compagna di uno di loro. Si era rifiutata di avere rapporti sessuali con i due uomini. Segregata, le è stato anche impedito di andare in bagno. In ultimo, con i polsi legati dietro la schiena, è stata costretta a subire un rapporto sessuale. Dopo di che, stremata, è svenuta per le violenze subite. Dopo essersi ripresa, scalza e sanguinante, approfittando del fatto che i suoi aguzzini stavano dormendo è riuscita a scappare e a raggiungere l’ospedale. Qui é stata ascoltata dagli investigatori del Commissariato San Giovanni e da quelli del Commissariato Celio, coordinati dal dirigente Massimo Improta, che sono poi arrivati a individuare i tre responsabili in un manufatto abbandonato in via Tuscolana. Ulteriori accertamenti hanno permesso ai poliziotti di collegare ai tre fuggiaschi una rapina aggravata a un cittadino tunisino consumata sempre vicino alla stazione ferroviaria Tuscolana. Si tratta di un algerino di 27 anni, una ragazza romena di 23 anni e un tunisino di 31 anni, i tre sono stati fermati per sequestro di persona, violenza sessuale di gruppo. Il tunisino anche per rapina aggravata.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA