E adesso l’Unesco cancella anche i cristiani da Gerusalemme

24 Ott 2016 8:34 - di Redazione
A una settimana dalla risoluzione «allucinante» con cui il Monte del Tempio è stato dichiarato esclusiva pertinenza degli arabi, l’Unesco prepara uno scandaloso bis. Mercoledì verrà infatti discussa una nuova risoluzione che «cancella» ebrei e cristiani da Gerusalemme. La città santa di tre religioni diventa sacra solo per l’isiam. Stavolta l’Italia non sarà chiamata a votare, ma potrebbe battersi per evitare l’ennesima vergogna, si legge su “il Giornale“.

Unesco fa il bis: adesso cancella ebrei e cristiani

Il World Heritage Commitee dello stesso organismo per rafforzare la menzogna si va a votare di nuovo la risoluzione più «allucinante» (parola di Matteo Renzi) che ci sia: quella per cui ebrei e cristiani non hanno nulla a che fare con Gerusalemme, e col suo patrimonio culturale e archeologico, «Come se si affermasse che il sole crea il buio», ha detto Netanyahu. La luce che accende l’Unesco è di nuovo psichedelica: solo i musulmani, secondo il board e adesso secondo il comitato, potranno vantarne l’eredità culturale e quindi gestirne anche, ovviamente, l’aspetto istituzionale e statale.

Dure reazioni di Israele e Italia

Perché per l’Unesco la Palestina è uno stato: l’ha votato, primo nel mondo, nell’ottobre del 2011 per poi, indovinate, passare l’anno successivo alla consegna al nuovo membro dell’Unesco della Chiesa della Natività di Betlemme, quella della mangiatoia e del bue e l’asinelio. La portavoce dell’Autorità palestinese Hanan Ashrawi dichiarò subito che si trattava di un’affermazione della sovranità palestinese. Ed è appunto questo il punto. Tutte queste mosse tendono a un’affermazione politica che non ha niente a che fare con la cultura, ma solo con la politica che prevede la criminalizzazione e la negazione di ogni diritto del popolo ebraico alla sua terra. Una strategia programmata che prevede una guerra diplomatica mortale, sin dai tempi di Arafat.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA