I “dottori” del terrore: uno studio rivela che il 40% dei jihadisti è laureato

28 Ott 2016 15:32 - di Valeria Gelsi
jihadisti

Giovani, in maggioranza single e con un alto livello di istruzione. È il ritratto dei jihadisti tunisini, tracciato dal Centro tunisino per la ricerca e gli studi sul terrorismo. La ricerca, condotta su un campione di mille persone, evidenzia un alto tasso di scolarizzazione tra le file degli affiliati al Califfato.

Laureati, single e sotto i 30 anni: l’identikit dei jihadisti

L’analisi del Centro studi sul terrorismo si basa sulle esperienze di 965 uomini e 35 donne. Il 40% risulta in possesso di un diploma superiore o di una laurea, il 33% di un titolo di scuola secondaria. Nel 13% dei casi i terroristi hanno ricevuto una formazione di tipo tecnico-professionale e il 4% sta portando a termine le scuole superiori. Nell’identikit tracciato dall’istituto tunisino, inoltre, rientrano anche informazioni sull’età e sullo stato civile dei jihadisti. Tra i mille presi in considerazione, il numero maggiore si colloca nella fascia d’età tra i 25 e i 29 anni (275), seguono quanti hanno tra 30 e 34 anni (243) e chiudono i 18-24enni (204). Oltre la metà (536) sono single contro 239 sposati, mentre i divorziati o vedovi rappresentano appena l’1% del totale.

La disoccupazione aiuta il Califfato

Secondo Imen Kochbati del Centro tunisino per la ricerca e gli studi sul terrorismo, che ha presentato il rapporto, a complicare la situazione ci sono il fallito modello di sviluppo e il mancato allineamento tra sistema scolastico e mercato del lavoro. Uniti al fallimento del sistema formativo professionale, hanno favorito l’aumento del tasso di disoccupazione dei giovani, che rischia di rendere più attrattivo il modello proposto dai terroristi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA