Comincia Sanremo: show di musica italiana o spot per le coppie gay?

lunedì 8 Febbraio 18:42 - di

Gabriel Garko e Elton John: i mattatori del Sanremo che sarà. Perchè ci sarà anche quest’anno Sanremo, tranquilli. E saranno giorni di fiori e di paillettes, di musiche e di canzoni e di chissà cos’altro. Perchè poi qualcosa a Sanremo accade sempre. E quest’anno potrebbe essere, per esempio, quello della definitiva consacrazione delle coppie gay alla kermesse sanremese. Altro che Cirinnà e CirinNo. Altro che stepchild adoption. Tutto vecchio. Tutto passato e passatista. Il futuro ha l’occhio vispo di Sanremo. Che è fucina di artisti e novità. E che al passo coi tempi lo è praticamente per contratto. Gabriel Garko s’è calato subito nella parte. Sa di essere già la vera “regina” del festival: “…So che devo essere sognato e desiderato da più persone: se devo essere desiderato da un uomo che, per desiderarmi, ha bisogno di pensare che sono gay, va benissimo….” ha spiegato sornione. Tempi duri per il colorito di Carlo Conti. Il mattatore adesso ha genere ambivalente. Come una melodia che dall’Ariston si diffonde ovunque, il tema delle unioni civili con annessi e connessi, tema che angustia Matteo Renzi e la sua barcollante maggioranza potrebbe perciò entrare nelle case degli italiani. In prima serata e dagli schermi di mamma Rai. Il colpo di scena non è da escludere. Men che meno a Sanremo. E perciò Elton Jhon potrebbe riservarsi lo sfizio di presentarsi sul palco non soltanto -come ha già fatto sapere- col marito David Furnish, ma fors’anche coi loro due rampolli. Coi due bambini nati da madre surrogata. Madre trovata alla bisogna, nella laica Inghilterra, grazie alla carriola di sterline che Rocket Man ha potuto dispensarle. Perciò è meglio prepararsi. Essere pronti a sorbirsi i baci e gli abbracci di due papà che sono pure due mamme ai due “loro” bimbi. Loro solo perchè la donna che li ha partoriti glieli ha venduti. Applausi ed audience alle stelle. Perchè Sanremo è Sanremo. E perchè grazie al Festival l’Italia intera potrà guardare con più attenzione a questa nuova normalità. Giusto il tempo dello show. Giusto per capire cosa ci aspetta. E, magari, rifletter. Tornando con la mente alla vecchia realtà di mamma e papà. Viva Sanremo!

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *