“Caro Silvio, facciamo la Lega Italia”: l’idea di Maroni per Salvini premier

lunedì 31 agosto 8:33 - di Redazione

Un listone unico «Lega Italia», che riunisca il Carroccio e Forza Italia. Magari con Matteo Salvini candidato premier. È l’idea di Roberto Maroni, da mettere in pratica per tenere insieme il centrodestra nel caso si dovesse andare presto a elezioni. «Se saremo costretti a fare un listone, io vorrei che contenesse entrambi i simboli, con un nome tipo “Lega Italia”», ha detto il governatore della Lombardia intervistato dall’Huf’fington Post.

Maroni: Silvio, facciamo una «Lega Italia» per Salvini premier

Il candidato premier, per Maroni, dovrebbe essere Salvini: «Ha l’energia, la visione e la spregiudicatezza necessaria per fare quel mestiere. Certo, non ha esperienza. Ma io nel 1994 diventai ministro dell’Interno e avevo fatto solo l’assessore al Bilancio al Comune di Várese. Ho imparato in fretta…». Parlando di centrodestra e delle alleanze in vista delle Amministrative, nei giorni scorsi il governatore lombardo aveva aperto all’idea di ricorrere alle primarie. Una possibilità scartata però da Silvio Berlusconi.

Maroni apre anche a NCD, che però sembra andare verso Renzi

L’accordo ci sarà, come abbiamo fatto nel 2013 in Lombardia e nel 2015 in Liguria. Tutto il centrodestra unito, compresa Ncd. Governiamo insieme e funziona. E’ l’unico modo per vincere una sfida difficile, se ci dividiamo abbiamo perso in partenza. Il candidato non sarà un leghista. E se vinciamo noi in una città come Milano, Renzi dovrà fare D’Alema alle regionali del 2000: prendere atto che non ha più il consenso necessario e dimettersi”.

Si dice che Berlusconi preferirebbe una figura più d’esperienza come candidato premier

Se qualcuno me lo chiederà ci penserò, ma non ho nessun interesse o velleità a farlo. A Roma sono già stato varie volte, ho già dato. Questo è il momento dei giovani, e sinceramente non vedo in giro altri quarantenni con le capacità di Salvini. Quando ero giovane io ho avuto quella grinta che ha lui, ma adesso non più.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi